La nuova Legge di Bilancio o di Stabilità 2017 in pillole | Geometra.info

La nuova Legge di Bilancio o di Stabilità 2017 in pillole

Dal superammortamento ai bonus energetici, dalle misure per il terremoto all'Ires: tutte le novità della nuova Legge di Bilancio o di Stabilità 2017, approvata dal CdM

image_pdf

Lo scorso 15 ottobre 2016 il consiglio dei ministri ha varato la Legge di Bilancio 2017, altrimenti detta Legge di Stabilità 2017 contenente importanti misure di carattere tributario.
Di seguito si riporta una sintesi delle principali novità normative contenute nel disegno di legge, tenendo presente che le stesse dovranno essere poi approvate ad opera della camera e del senato.

Principali novità ad opera del DDL del 15 ottobre 2016 (sempre che lo stesso venga approvato in toto in sede di conversione in legge)

Per tutto il 2017 superammortamento
Prorogato fino al 31 dicembre 2017 il “superammortamento” nella misura del 140%. Tale agevolazione, più in particolare, sarà riconosciuta per l’acquisizione di beni strumentali materiali nuovi effettuata dal gennaio 2017 al giugno 2018. Il termine per la consegna del bene sarà esteso al 30 settembre 2018, previo ordine e versamento entro il 31 dicembre 2017 di un acconto superiore al 20%.
Inoltre, tale misura:
• Tornerà applicabile anche alle imprese agricole, ai contoterzisti e al settore agroindustriale;
• Dovrebbe comprendere anche i software, sempre che funzionali agli investimenti in macchinari ed apparati digitali riconducibili al pacchetto “industria 4.0”;
• Continuerà ad essere applicato nella misura del 140% anche ai veicoli, ma soltanto se utilizzati esclusivamente come beni strumentali per l’attività d’impresa: ne deriva che la maggiorazione della deduzione non potrà più essere estesa all’acquisto dei veicoli concessi ad uso promiscuo ai dipendenti. Sembra questa l’ipotesi al momento più probabile.

Novità: iperammortamento
Viene introdotto un “iperammortamento”, che consiste nella maggiorazione del 250% del coefficiente di ammortamento per l’acquisto di beni strumentali ed immateriali (software) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa. La misura è applicabile anche alle imprese agricole, ai contoterzisti e al settore agroindustriale.

Fondo di garanzia per le pmi: rafforzato
Stanziamento di un miliardo di euro a favore del fondo di garanzia per le pmi; con tali ulteriori risorse sale fino a 25 miliardi l’ammontare di credito destinato alle piccole e medie imprese.

Proroga della “nuova sabatini”
Tale misura è prorogata per tutto il 2017. La nuova versione dell’agevolazione è stata disciplinata ad opera del dm 25 gennaio 2016 ai sensi del quale i contributi a favore delle pmi che acquistano beni strumentali possono essere concessi anche a fronte di finanziamenti erogati dalle banche e dalle società di leasing a valere su una provvista diversa dal plafond della cassa depositi e prestiti.

Premi di produttività: rafforzamento
• Aumento da 2mila a 3mila euro dell’importo assoggettato a cedolare secca (del 10%) sui premi di produttività. Nelle aziende che prevedono il coinvolgimento paritetico dei dipendenti nelle scelte organizzative del lavoro, la misura dovrebbe passare da 2.500 a 4mila euro.

Riduzione ires
Riduzione dal 27,5 al 24 per cento dell’aliquota ires.

Agevolazioni settore agricolo
• Abolizione dell’irpef per il settore agricolo per il triennio 2017-2019. Tale abolizione coinvolgerà gli imprenditori agricoli professionali (iap) e coltivatori diretti.
• Decontribuzione per gli imprenditori agricoli under 40.

Credito d’imposta r&s
Previsto il rafforzamento del credito d’imposta per ricerca e sviluppo, che dovrebbe essere:
• Prorogato fino al 2020;
• Riconosciuto nella misura del 50 per cento per tutte le tipologie di spesa;
• Ammesso con un limite di 20 milioni di euro (e non più di 5).

Imposta sul reddito dell’imprenditore (iri)
Introduzione dell’iri (imposta sul reddito dell’imprenditore), cioè di una flat tax per il reddito di impresa degli imprenditori persone fisiche e società di persone. Il tributo si applicherà con l’aliquota del 24% sulla quota di reddito “lasciata” in azienda.

Imprese in contabilità semplificata
Introduzione della possibilità per le imprese in contabilità semplificata di optare per il regime di cassa.

Incentivi ristrutturazione edilizia
Proroga delle detrazioni fiscali previste per gli interventi di ristrutturazione edilizia, che sono estese a condomini ed alberghi.

Gli studi di settore cambiano pelle
Da strumenti di accertamento ad indicatori di compliance: prende il via con la legge di bilancio 2017 il processo di trasformazione degli studi di settore, destinati ad evolversi in veri e propri “indicatori di fedeltà” del contribuente.

Interventi finalizzati a contrastare il dissesto idrogeologico
Stanziamento di risorse a copertura delle detrazioni irpef riconosciute per gli interventi finalizzati a contrastare il dissesto idrogeologico.

Interventi di riqualificazione energetica e per gli adeguamenti antisismici
Potenziamento delle agevolazioni fiscali attualmente disposte per gli interventi di riqualificazione energetica e per gli adeguamenti antisismici; per questi ultimi, in particolare, la detrazione potrebbe arrivare all’85 per cento.

No tax area pensionati
Aumento della no tax area per i pensionati anche sotto i 75 anni.

Canone rai
Riduzione da 100 a 90 euro annui della misura del canone rai.

Riedizione della voluntary disclosure
Pare che le sanzioni rimangano inviariate, mentre potrebbe essere previsto un prelievo forfettario del 35 per cento sugli accrediti e del 15 per cento sugli addebiti relativi alle movimentazioni bancarie non giustificate.

Bonus cultura
Proroga del “bonus cultura” per i neo-diciottenni.

Decontribuzione per assunzioni di neo-diplomati
Per quanto attiene agli aspetti di natura previdenziale, si segnala la proroga della decontribuzione per le assunzioni di neo-diplomati con l’alternanza “scuola-lavoro”.

Al via la rottamazione delle cartelle e la soppressione di equitalia
Attraverso un decreto-legge – approvato contestualmente al disegno di legge di bilancio – palazzo chigi ha avviato la graduale soppressione di equitalia e il trasferimento delle funzioni della riscossione attualmente svolte dalla medesima. In tale contesto è prevista anche la rottamazione delle vecchie cartelle esattoriali.
In assenza del previsto provvedimento attuativo, la misura contiene tuttora tratti indefiniti.

Leggi anche: Mutui, la banca può vendere dopo 18 rate non pagate: ecco perché

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
La nuova Legge di Bilancio o di Stabilità 2017 in pillole Geometra.info