Alpi energeticamente indipendenti | Geometra.info

Alpi energeticamente indipendenti

wpid-6183_alpiitaliane.jpg
image_pdf

Mentre a Cancun, secondo la Cipra, gli Stati tergiversano, anziché stabilire obiettivi vincolanti, le Alpi possono giocare la propria partita nel campo dei cambiamenti climatici. ”Esse sono particolarmente colpite dai cambiamenti climatici – ha spiegato il climatologo Luca Mercalli a margine del Meteolab, il corso sui temi della meteorologia alpina e del cambiamento climatico nelle Alpi – ma le stesse hanno anche le carte in regola per diventare un territorio modello per la tutela del clima, a patto pero’ che non perda tempo”.

Rendere le Alpi indipendenti dal punto di vista energetico é possibile. La ong transfrontaliera Cipra – a cui aderiscono piu’ di 100 associazioni e organizzazioni attive in sette Stati alpini – è convinta che ciò si possa realizzare e a tal proposito ha presentato un documento al Forte di Bard (Aosta) intitolato: ‘Le Alpi verso l’indipendenza…energetica’.

”Il cuore di questi progetti – spiega Francesco Pastorelli, direttore di Cipra Italia – consiste nel coprire il fabbisogno con fonti energetiche rinnovabili regionali, nel risparmiare energia e nell’utilizzarla in maniera più efficiente”. Ora, spiegano i responsabili della Cipra, é necessario un salto di qualità potendo contare su vasti progetti riguardanti la mobilità, la pianificazione territoriale e l’edilizia: ”Non si può’ solo fare affidamento sulle fonti rinnovabili, ma occorre anche una gestione efficiente e parsimoniosa dell’energia”, sostiene Andreas Gotz, direttore della Cipra Internazionale.

Copyright © - Riproduzione riservata
Alpi energeticamente indipendenti Geometra.info