Genova si candida come “smart city” | Geometra.info

Genova si candida come “smart city”

wpid-4852_genova.jpg
image_pdf

L’Unione europea finanzierà, nell’ambito del Patto dei Sindaci, trenta città europee “smart city” ovvero i centri urbani che hanno fatto dell’efficienza e della sostenibilità ambientale la loro mission.

L’investimento previsto dall’Unione Europea, di 11 miliardi di euro ha l’obiettivo sostenere uno sviluppo economico rispettoso dell’ambiente. I presupposti del progetto sono sostanzialmente due: abbattimento delle emissioni e sviluppo delle tecnologie pulite.

E Genova ha dato l’annuncio della propria candidatura in occasione delle Giornata Mondiale dell’Ambiente, presso i Magazzini del Cotone del capoluogo ligure, in cui si sono messe a punto le prime idee da presentare alla Commissione che dovrà  valutare le città che entreranno a far parte del progetto.

I temi su cui i genovesi si concentreranno maggiormente sono le infrastrutture, basate principalmente sul porto, uno dei più importanti snodi del traffico navale al mondo, gli edifici di nuova generazione, quelli che permettono un risparmio energetico e l’utilizzo delle energie rinnovabili, e poi, ambiente, produzione di energia pulita e carbone di nuova generazione (quello a basse emissioni) e mobilità.

Il Comune di Genova sta lavorando, infatti, ad una candidatura che risulti incisiva servendosi della collaborazione delle Istituzioni oltre che dell’università, di Confindustria, di Enel ed IBM che presenteranno il progetto nel corso di una serie workshop organizzati per l’occasione.

E non solo, al progetto hanno già  aderito una sessantina di partner, dalle più piccole società  alle grandi aziende, unite in nome della sostenibilità e impegnate in progetti di ristrutturazione e adeguamento di infrastrutture, degli edifici, dei porti, della generazione di energia.

Tutto in funzione del miglioramento della qualità della vita, della trasformazione del territorio anche attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro green per lo sviluppo della rete infrastrutturale rendendo più attivo anche il settore della ricerca nell’ambito delle tecnologie a basso impatto ambientale. Altre candidature attese sono quelle di Palermo, Catania, Torino e Firenze.

Copyright © - Riproduzione riservata
Genova si candida come “smart city” Geometra.info