L'inquinamento causa in Italia 6000 morti l'anno | Geometra.info

L’inquinamento causa in Italia 6000 morti l'anno

wpid-4988_romasmog.jpg
image_pdf

 Le elevate concentrazioni di PM10 (polveri sottili) causa principale dell’inquinamento dell’aria delle nostre città, rappresentano un danno gravissimo per la salute. Si stima che esse siano la causa di 5.876 decessi l’anno. E’ quanto emerge da una ricerca di Nomisma, presentata in occasione del convegno VERT dedicato al trasporto sostenibile.

Il rapporto riporta i dati sui valori medi di concentrazione di polveri sottili nel triennio 2006-2008 delle prime quindici città italiane per popolazione da cui si desume che, oltre a Roma (40,4), le performance peggiori sono concentrate nelle città del Nord e in particolare nell’area della Pianura Padana, come Milano (49,2), Torino (56,5), Bologna (41,3), Verona (47), Padova (46,7). La città dove le presunte morti da eccessivo inquinamento dell’aria sono maggiori è Roma (1.508), seguita da Milano (906) e Torino (813). In coda a questa classifica Messina (124), Catania (110).

Gli elevati valori di polveri sottili non rappresentano però solo un danno per la salute, ma anche per le casse dello Stato. A Roma, Milano e Bologna nel 2007 si è speso un totale di oltre 6,4 milioni di euro all’anno per ricoveri relativi a patologie respiratorie e cardiocircolatorie attribuibili all’inquinamento da polveri sottili. In particolare a Roma le spese ammontano a 3,8 milioni, a Milano 1,8, a Bologna 677 mila euro.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’inquinamento causa in Italia 6000 morti l'anno Geometra.info