Rifiuti - Presentato Osservatorio ANCI | Geometra.info

Rifiuti – Presentato Osservatorio ANCI

wpid-2695_raccoltadifferenziata.jpg
image_pdf

Garantire ai Comuni, e alla loro necessità di programmazione, dati certi, tempestivi e omogenei sulla gestione della raccolta differenziata. Per questo è stato istituito un Osservatorio degli Enti locali sul sistema di raccolta differenziata in Italia, strumento rivolto ai Comuni con una attenzione particolare al rispetto per l’ambiente e alla razionalizzazione dei costi.

L’Osservatorio è stato presentato oggi ai giornalisti in una conferenza stampa che si è svolta presso la sede dell’ANCI.

“Il progetto – ha spiegato Filippo Bernocchi, delegato ANCI alle Politiche ambientali – è nato all’interno dell’Accordo quadro ANCI-CONAI come strumento rivolto agli Enti locali in un settore, quello dei rifiuti, che muove un mercato pari a 8,6 miliardi di euro. L’Osservatorio – ha detto Bernocchi – è strettamente collegato ad una banca dati che metterà a disposizione in tempi reali numeri e cifre sulla gestione dei rifiuti”. La novità sta infatti nella tempistica: i dati forniti non saranno più annuali, ma trimestrali, cosi’ da consentire la possibilità di intervento sui sistemi di gestione della raccolta differenziata entro l’anno.

Per il Sottosegretario all’Ambiente Roberto Menia l’Osservatorio sarà uno strumento in più per gli Enti locali per “lavorare ancora meglio. Se c’è una cosa che funziona bene nel nostro Paese – ha detto – questa è rappresentata dalle rete degli 8.100 Comuni italiani. E attraverso l’Osservatorio questa macchina rappresentata dai municipi sarà sempre più virtuosa. Tuttavia non sarà uno strumento sostitutivo o integrativo di sistemi già esistenti – ha aggiunto il Sottosegretario – ma vuole rappresentare un servizio ulteriore di supporto per la crescita e il miglioramento del quadro conoscitivo della raccolta differenziata nel nostro Paese”.  

D’accordo anche il Presidente Commissione Ambiente ANCI Flavio Morini che ha aggiunto: “finora le modalità di acquisizione dei dati sulla gestione dei rifiuti non sono mai state coordinate. L’Osservatorio nasce quindi come un servizio ANCI fornito ai Comuni che si basa su dati certi e soprattutto aggiornati e che consente di fare programmazione”.

Il Direttore Generale CONAI Giancarlo Longhi ha presentato il progetto come “una importante operazione che punta sulla trasparenza perchè consentirà – ha detto – di disporre di dati certi e in tempo reale. Altra novità è che l’Osservatorio non si sovrappone a sistemi esistenti, perchè non si occupa di tutte le tipologie di rifiuti – ha chiarito – ma di un settore specifico, a partire dagli imballaggi”.

Per Antonella Galdi, responsabile Area Ambiente dell’ANCI, il progetto è un servizio che l’Associazione mette a disposizione dei Comuni “per fare un monitoraggio sul sistema dei rifiuti e per consentire possibilità di intervento sui sistemi di gestione di raccolta differenziata e di fare scelte opportune sia economiche che politiche”.

E per informazioni più pratiche è intervenuta Carla Carnieri, Direttore dell’Osservatorio: “il progetto – ha detto – dialoga con i Comuni attraverso l’ANCI e con i soggetti che fanno raccolta differenziata attraverso CONAI e i Consorzi di Filiera, e collabora con gli altri soggetti istituzionali che gestiscono i dati sui rifiuti, la rete degli Osservatori nazionale e provinciali”.

Le attività relative all’Osservatorio e alla banca dati sono state affidate ad Ancitel Energia & Ambiente, una società del gruppo ANCI nata per realizzare progetti e servizi per i Comuni nel settore ambientale. L’Osservatorio è composto da un Comitato scientifico e da un Comitato tecnico, ognuno con la propria sede. La parte scientifica ha sede a Roma, in Via di Porta Pinciana mentre per il Comitato tecnico la sede scelta è quella di Ancitel (Via dell’Arco di Travertino a Roma).

Copyright © - Riproduzione riservata
Rifiuti – Presentato Osservatorio ANCI Geometra.info