Stop alla deforestazione entro il 2020 | Geometra.info

Stop alla deforestazione entro il 2020

wpid-8742_foresta.jpg
image_pdf

“I politici e le imprese devono porsi degli obiettivi audaci per fermare la perdita delle foreste, per conservare la biodiversità e combattere i cambiamenti climatici”: è questo il chiaro messaggio lanciato dal WWF nel primo capitolo del Report Living Forests (sviluppato dall’associazione con l’Istituto Internazionale Applied Systems Analysis – IIASA), che celebra l’Anno internazionale delle Foreste proclamato dall’ONU per il 2011.

Se non si interviene subito, infatti, oltre 230 milioni di ettari di foresta scompariranno entro il 2050. Per evitare che ciò avvenga bisogna smettere di abbattere aree forestali e impegnarsi a mantenere alta la qualità delle aree ancora esistenti.

“Stiamo letteralmente ‘sprecando’ le foreste del pianeta e fallendo il tentativo di risolvere questioni politiche fondamentali come la governance e gli incentivi economici capaci di mantenere questi ambienti ancora vitali”, ha dichiarato Rod Taylor, direttore del WWF Internazionale Foreste.

L’Italia in questo ambito non si presenta come il paese più responsabile essendo uno dei primi importatori di prodotti legnosi dal bacino del Congo, il primo mercato europeo per il legno camerunense, uno dei principali mercati per il ramino delle ultime foreste del sudest asiatico, un legno morbido utilizzato principalmente per battiscopa e cornici e, come se non bastasse, si classifica quarta nella deplorevole classifica dei paesi europei che importano legname ‘illegale’, dopo Finlandia, Gran Bretagna e Germania.

Per sensibilizzare il mondo politico e i cittadini tutti il WWF, il prossimo 22 maggio, in occasione della festa delle Oasi WWF punterà i riflettori sulle aree boschive italiane già al sicuro, che ospitano una ricchissima biodiversità di piante e animali e che ogni giorno supportano le nostre vite garantendo aria e acqua pulita, difendendoci dai dissesti idrogeologici, offrendo risorse, bellezza e posti di lavoro.

Saranno quindi aperte gratuitamente al pubblico oltre 100 meraviglie naturali lungo tutto lo stivale, di cui oltre 40 costituite da boschi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Stop alla deforestazione entro il 2020 Geometra.info