Archiviata la procedura di infrazione della Commissione UE sul Mose | Geometra.info

Archiviata la procedura di infrazione della Commissione UE sul Mose

wpid-349_veneziamose.jpg
image_pdf

La Commissione europea ha disposto l’archiviazione della procedura di infrazione contro l’Italia relativa ai lavori del Mose, il sistema di dighe destinato a proteggere la città di Venezia dall’acqua alta.
Il ministro per le Politiche Europee Andrea Ronchi, nel commentare la decisione, ha sottolineato che essa è di particolare importanza perché permette di continuare a lavorare fattivamente e senza preoccupazioni per salvare una delle città più belle del mondo e tutelare un grande patrimonio dell’umanità. Consente , inoltre, di sbloccare il finanziamento di circa un miliardo e mezzo di euro che la Banca europea per gli investimenti aveva già assegnato al progetto Mose e che non poteva essere erogato fin tanto  che non fosse stato chiuso ufficialmente  il dossier della Commissione. Ormai la vicenda durava da più di cinque anni ovvero da quando un gruppo di associazioni ambientaliste aveva segnalato alla Ue che i lavori del Mose disturbavano la nidificazione di alcune specie di uccelli ed in particolare “fraticello” volatile divenuto simbolo della contesa tant’è che nelle dichiarazioni rese dal  governatore Giancarlo Galan  lo stesso con sottile ironia si è detto sicuro ieri che il pennuto sopravviverà  felice all’inaugurazione del Mose.

Due le diffide  notificate  all’Italia, la prima nel 2005 e la seconda nel 2007 ma i chiarimenti forniti e l’impegno a sospendere i lavori in alcuni periodi dell’anno per non turbare gli uccelli che popolano la laguna nonché la promessa di  realizzare altri siti protetti nell’area hanno accontentato la Commissione che finalmente si è decisa a chiudere la procedura. I lavori finora realizzati dal Consorzio Venezia Nuova, concessionario per le attività di salvaguardia del Magistrato alle Acque, hanno già impegnato circa 2.000  milioni su circa 3243 milioni già assegnati. La consegna dell’infrastruttura è prevista per il 2014 (con due anni di ritardo rispetto alla previsione iniziale) con un costo che non dovrebbe superare comunque i 4,5 miliardi di euro.

Copyright © - Riproduzione riservata
Archiviata la procedura di infrazione della Commissione UE sul Mose Geometra.info