Il cantiere della M5 procede a tempo record | Geometra.info

Il cantiere della M5 procede a tempo record

wpid-3694_m.jpg
image_pdf

Milano – “Il cantiere della M5 procede a tempo record: concluso il silenzioso lavoro della talpa meccanica, oggi abbiamo assistito all’ultimazione dello scavo, eseguito in modo tradizionale, di una delle due gallerie che collegano la stazione di Zara a quella dell’Isola. Alla luce di questi risultati, possiamo quindi confermare che la prima tratta che collegherà le stazioni di Zara e Bignami potrà essere completata nella primavera del 2011”.

Lo ha detto l’assessore ai Lavori pubblici e Infrastrutture Bruno Simini, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo al cantiere della M5 in occasione della rottura dell’ultimo strato di terra nella prima delle due gallerie monobinario che collegano la stazione Zara con quella dell’Isola. Per completare anche la seconda galleria mancano, invece, circa 70 metri di scavo.
Il tratto da Ponale a Marche (con le stazioni di Ponale, Bicocca, Ca’ Granda, Istria e Marche) è stato realizzato con la “talpa” meccanica che nel maggio scorso ha concluso il suo lavoro ed è stata smontata e riportata in superficie.

La realizzazione delle due gallerie a singolo binario, di circa 650 metri ciascuna, sta avvenendo, invece, mediante scavo tradizionale con l’impiego di minatori. A Zara, infatti, l’intersezione con la linea M3 non consente l’esecuzione dei lavori con la talpa meccanica.

“La M5 – ha spiegato Simini – è una linea molto importante perché avrà tre punti di interscambio con la rete esistente (a Garibaldi con la linea M2; a Zara con la linea M3 con la possibilità di arrivare fino alla stazione Centrale e al Duomo e a Garibaldi col Passante Ferroviario) e intercetterà tutto il traffico proveniente dalla Brianza, Monza, Sesto San Giovanni e Cinisello. Secondo le stime, trasporterà circa 22 milioni di passeggeri all’anno”.

“Dopo vent’anni – ha aggiunto l’assessore – Milano è tornata investire sulle grandi infrastrutture. Con i prolungamenti delle tre linee esistenti e la realizzazione delle linee M4 e M5, la rete metropolitana milanese passerà dagli attuali 75 km a ben 120”.

“Liberare le strade dalle auto – ha concluso Simini – è uno degli obiettivi di questa Amministrazione. Lo stiamo raggiungendo con il potenziamento del trasporto pubblico e con l’attuazione del piano parcheggi”.

Scarica scheda tecnica e cartina M5

Copyright © - Riproduzione riservata
Il cantiere della M5 procede a tempo record Geometra.info