Post terremoto 2012: un'intesa per la legalita' della ricostruzione | Geometra.info

Post terremoto 2012: un’intesa per la legalita’ della ricostruzione

wpid-11840_er.jpg
image_pdf

Il “Protocollo d’intesa di legalità per la ricostruzione delle zone colpite dagli eventi sismici del 2012” è stato siglato dalla Regione Emilia Romagna. Tra gli obiettivi, alzare il livello della legalità fornendo risposte di sicurezza territoriale per rendere efficiente l’azione amministrativa, garantendo che le risorse economiche messe a disposizione siano spese al meglio.

Il Protocollo intende dare una risposta efficace per contrastare i tentativi di inserimento della criminalità organizzata, mettendo in pratica le più efficaci misure, azioni, progetti e linee guida realizzati finora per alzare il livello della legalità e della sicurezza territoriale.

L’intesa ha visto coinvolti enti e istituzioni fra cui: Regione Emilia-Romagna, Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici, Upi, Anci, Unioncamere, Inail, Inps, Direzione regionale del lavoro, Cgil, Cisl, Uil, Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil, Ance, Confindustria Emilia-Romagna, Cna, Confartigianato, Confcoperative, Agci, Legacoop, Confservizi, Coldiretti, Confapi, Associazione Nazionale Cooperative e lavoro, Confcommercio, Confesercenti, Forum Terzo Settore e ordini e collegi professionali del settore dell’edilizia.

Grazie al protocollo sarà possibile il potenziamento dell’attività di controllo e vigilanza sugli appalti, in fase di esecuzione delle opere nei cantieri edili e di ingegneria civile, ma anche in quella di verifica dei requisiti delle imprese affidatarie, subappaltanti e subfornitrici, quindi per l’intera filiera delle imprese interessate ai lavori. Saranno inoltre effettuati controlli antimafia, soprattutto per le imprese affidatarie ed esecutrici dei lavori per cui è necessario il permesso edilizio di costruire rilasciato dai Comuni, misura obbligatoria per tutti i destinatari degli interventi finanziati con fondi destinati alla ricostruzione.

L’accordo mira a contrastare i fenomeni di usura e creare una “white list”di imprese edili virtuose, al fine di fornire un punto di riferimento ai cittadini e le stazioni appaltanti per affidare i lavori di ricostruzione. La piattaforma regionale Intercent-ER sarà messa a disposizione a favore di Comuni e Province per ottimizzare le spese di appalti di beni e servizi.

Vasco Errani, presidente della Regione Emilia-Romagna e Commissario delegato alla ricostruzione, ha sottolineato che “l’accordo è un segnale forte d’impegno per la trasparenza e la lotta alle infiltrazioni della criminalità”.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
Post terremoto 2012: un’intesa per la legalita’ della ricostruzione Geometra.info