Ue: nel piano di finanziamenti il Ponte sullo Stretto non c'e' | Geometra.info

Ue: nel piano di finanziamenti il Ponte sullo Stretto non c’e’

wpid-9970_pontesullostretto.jpg
image_pdf

La Commissione europea ha dato il via libera alla proposta di regolamento che indica i progetti prioritari nel quadro delle grandi reti transeuropee per il periodo 2014-2020. Nella lista dei progetti strategici figurano i collegamenti ferroviari Napoli-Bari, Napoli-Reggio e Messina-Palermo, ma non il ponte sullo Stretto. L’Unione Europea ha infatti deciso che non finanzierà il progetto. Per la Ue non è un progetto essenziale. All’asse Palermo-Berlino è stato preferito il corridoio Helsinki-La Valletta nell’ambito dei collegamenti infrastrutturali strategici all’interno dell’Europa.

I dati sono stati riportati nel documento “Un bilancio per la strategia Europa 2020 – Parte II: schede tematiche”.

Per quanto riguarda l’Italia, le principali opere finanziate saranno quelle relative al corridoio Baltico-Adriatico, oltre che a quello del Mediterraneo, che comprenderà in aggiunta alle tratte ferroviarie Milano-Brescia, Brescia-Venezia- Trieste e Trieste-Divaca anche il collegamento Torino-Lione, una sezione della tanto avversata, almeno in Val di Susa, TAV, la cui consegna è prevista per il 2025.

Ma nonostante il grande “assente” nella lista dei finanziamenti Ue il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli ha affermato: “Il Ponte si farà”. Non sono tuttavia dello stesso parere Alberto Ziparo e Guido Signorino, docenti rispettivamente dell’Università di Firenze e di Messina, secondo i quali la vicenda “di fatto mette la parola fine alla pantomima del Ponte”.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ue: nel piano di finanziamenti il Ponte sullo Stretto non c’e’ Geometra.info