Cancellazione ipoteche ultraventennali: procedura semplificata | Geometra.info

Cancellazione ipoteche ultraventennali: procedura semplificata

wpid-11819_ipoteca.jpg
image_pdf

Con provvedimento del 25 giugno 2012, il direttore dell‘Agenzia del Territorio ha esteso alle ipoteche immobiliari iscritte da più di venti anni e non rinnovate la procedura semplificata di cancellazione disciplinata dall’articolo 40 bis del decreto legislativo n. 385 del 1° settembre 1993 (Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia).

Il provvedimento si applica alle ipoteche iscritte da oltre venti anni, e non rinnovate, a garanzia di obbligazioni derivanti da contratti di mutuo o di finanziamento, concessi da banche e intermediari finanziari, o da enti di previdenza obbligatoria ai propri dipendenti o iscritti, ancorché frazionate o annotate su titoli cambiari.

Nelle comunicazioni relative alle ipoteche, il creditore indica la data di estinzione dell’obbligazione o l’insussistenza di ragioni di credito da garantire con l’ipoteca.

Quest’ultima viene effettuata con le seguenti modalità: nel campo “Data di estinzione dell’obbligazione”, inserire la stringa numerica 01010101; nel campo “Ulteriori specificazioni fornite dal mittente”, dichiarare “non sussistono ragioni di credito da garantire con l’ipoteca”.

La trasmissione delle comunicazioni è effettuata esclusivamente con modalità telematiche. Le comunicazioni relative a ipoteche iscritte in data anteriore al 31 dicembre 1972 presso le Sezioni stralcio di Milano 3, Napoli 3, Roma 3 e Torino 3 sono trasmesse rispettivamente ai Reparti Servizi di pubblicità immobiliare di Milano 1, Napoli 1, Roma 2 e Torino 1. La cancellazione è eseguita dal conservatore entro il giorno successivo a quello di ricezione della comunicazione.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cancellazione ipoteche ultraventennali: procedura semplificata Geometra.info