Audizione dell'Agenzia del Territorio alla VI Commissione del Senato | Geometra.info

Audizione dell'Agenzia del Territorio alla VI Commissione del Senato

wpid-2685_planimetria.jpg
image_pdf

Il 26 maggio, dinanzi alla Commissione VI del Senato (Finanze e Tesoro), si è  tenuta l’audizione del Direttore dell’Agenzia del Territorio, dott.ssa Gabriella  Alemanno. La relazione ha riguardato il quadro complessivo delle attività dell’Agenzia, attraverso una descrizione del patrimonio informativo gestito e dei servizi erogati verso gli utenti e le Pubbliche Amministrazioni.

In particolare, è stato approfondito il tema della valenza fiscale delle banche dati dell’Agenzia e quello delle attività di supporto all’azione di contrasto a fenomeni di evasione ed elusione, che possono incidere sulla tassazione dei fabbricati e dei terreni.

Inoltre, è stato fornito un inquadramento generale delle questioni connesse alla riforma del sistema estimativo.

In particolare è stato illustrato Il patrimonio informativo dell’Agenzia del Territorio  che gestisce, nell’ambito del sistema informativo della fiscalità e con il supporto del partner tecnologico SOGEI, le informazioni relative al patrimonio immobiliare nazionale, registrando, ai fini fiscali i dati censuari e tecnici degli immobili, ai fini della pubblicità immobiliare i diritti reali sugli immobili, nonché quelli relativi al mercato immobiliare, a meno del le province autonome di Trento e Bolzano esercitano direttamente, per delega dello Stato, le funzioni catastali.

Il sistema informativo catastale è costituito da quattro settori, di seguito illustrati, completamente informatizzati e strettamente correlati tra loro:

  • cartografico, costituito da circa 339.000 mappe in formato vettoriale: la cartografia catastale conferisce al sistema informativo la caratteristica di essere geograficamente referenziato;
  • censuario del Catasto Terreni, costituito da circa 82 milioni di particelle  catastali, di cui 60 milioni soggette a tassazione (le residue particelle concernono aree occupate da fabbricati e altre aree esenti da estimo catastale);
  • censuario del Catasto Edilizio Urbano, costituito da circa 63 milioni di unità immobiliari urbane, di cui 56 milioni con rendita catastale (le residue unità immobiliari concernono beni comuni non censibili o unità non produttive di reddito);
  • planimetrico, che completa il Catasto Edilizio Urbano, con informazioni di tipo grafico relative a ciascuna unità immobiliare, peculiarità che caratterizza pochissimi sistemi catastali in ambito internazionale.

Nella articolata relazione sono stati esposti altri interessanti argomenti, quali:

  • La qualità delle banche dati
  • I servizi erogati, canali e volumi
  • La qualità percepita
  • La valenza fiscale delle banche dati e il contrasto all’evasione
  • Gli elementi sulla riforma del sistema estimativo del catasto urbano e relativi impatti fiscali
  • Le Linee di sviluppo e prospettive
  • Le integrazione del sistema catastale con la Pubblicità Immobiliare
  • L’evoluzione dei servizi

Scarica il testo integrale dell’audizione

Copyright © - Riproduzione riservata
Audizione dell'Agenzia del Territorio alla VI Commissione del Senato Geometra.info