Catasto: annullate con una sentenza le revisioni delle rendite catastali | Geometra.info

Catasto: annullate con una sentenza le revisioni delle rendite catastali

wpid-4032_casa.jpg
image_pdf

Con una sentenza sono stati annullati i riclassamenti e gli accertamenti di nuove rendite catastali accogliendo il ricorso di un contribuente. La vicenda inizia mesi fa a Milano, quando il comune insieme all’Agenzia del Territorio, aveva dato l’avvio ad un’operazione di revisione delle rendite catastali di quartieri più esclusivi di Milano.

Il vecchio catasto milanese, la cui banca dati pare essere congelata agli anni ’50, infatti, fino ad oggi, aveva lasciato implicitamente intendere che non ci sarebbero stati aggiornamenti del valore della rendita catastale. Ma negli anni, i proprietari di case di lusso a Milano, situate in zone che nel tempo sono divenute sempre più esclusive e di lusso, (ci si riferisce ai quartieri da San Babila a Brera, da corso Monforte a Pagano) hanno provveduto ad una ristrutturazione modificando nei fatti il loro valore.

In seguito agli accertamenti volti a scoprire la vera entità numerica e qualitativa delle case di lusso per poi procedere rilassamento degli immobili è partito l’aumento del valore catastale.

E così sono iniziate le polemiche.Le ultime notizie riportano la vittoria dei proprietari, con le sentenze che danno loro ragione.

È l’associazione dei proprietari d’immobili, Assoedilizia, a darne notizia, riportando i tre presunti motivi di illegittimità: primo per «l’incompetenza dei funzionari comunali ad assumere la decisione “politica” di ricorrere alla revisione prevista dalla legge». Poi per «disparità di trattamento fiscale», per il sistema in cui sono state definite le microzone oggetto di revisione. Terzo motivo di asserita illegittimità la determinazione del direttore della Agenzia del territorio per «incompetenza nella definizione delle modalità per l’applicazione della legge». Questioni tecniche insomma, ma decisive che potrebbero vanificare il procedimento.

Il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici rimarca che questo è “un precedente di cui non si potrà non tenere conto anche in sede di altre pronunce sulla stessa questione” ed è pronto ad andare in fondo alla questione per dimostrare che il procedimento nella sua totalità ha tutti i margini per poter essere dichiarato illegittimo.

A Palazzo Marino però sembrano non essere spaventati da questo primo risultato così come non si è intaccato l’ottimismo degli esperti del Catasto, forti di una serie di vittorie già ottenute in circa quaranta sentenze.

Copyright © - Riproduzione riservata
Catasto: annullate con una sentenza le revisioni delle rendite catastali Geometra.info