Commissioni censuarie, il via libera del Cdm da' il via alla riforma del catasto | Geometra.info

Commissioni censuarie, il via libera del Cdm da’ il via alla riforma del catasto

wpid-24822_catasto.jpg
image_pdf

Luce verde sulle commissioni censuarie: il Consiglio dei ministri nella seduta del 30 settembre 2014 ha approvato in secondo esame preliminare il “Decreto legislativo di composizione, attribuzioni e funzionamento delle commissioni censuarie”, su proposta del ministro dell’Economia e delle Finanze, Pietro Carlo Padoan.

Il decreto legislativo regola la costituzione delle nuove Commissioni, definendo che esse oltre ad esercitare le funzioni già fissate in materia di catasto terreni e urbano, provvederanno alla validazione delle funzioni statistiche previste dal decreto legislativo attuativo della riforma del sistema d’estimo del catasto dei fabbricati.

Nel testo del decreto, che è propedeutico alla riforma del Catasto prevista dalla delega fiscale, si stabilisce che la ripartizione delle commissioni censuarie in ‘locali’ e ‘centrale’, quest’ultima con sede a Roma, e la loro articolazione in sezioni (terreni, catasto urbano, catasto dei fabbricati).

Maggiori informazioni sul catasto? Ecco la “Guida al nuovo Docfa 4.00.2”

Tra le novità previste dal provvedimento, l’indicazione del 1° novembre 2014 per l’entrata in vigore del decreto e l’eliminazione del gettone di presenza ai componenti delle commissioni.

Inoltre, come segnalato dai pareri espressi dalle Commissioni parlamentari, è stato previsto il coinvolgimento delle associazioni di categoria operanti nel settore immobiliare nella designazione dei componenti le commissioni e si è deciso di estendere le incompatibilità ai membri del governo e delle giunte regionali e comunali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Commissioni censuarie, il via libera del Cdm da’ il via alla riforma del catasto Geometra.info