Dall’Agenzia del Territorio si profilano nuovi accertamenti catastali | Geometra.info

Dall’Agenzia del Territorio si profilano nuovi accertamenti catastali

wpid-3770_firenze.jpg
image_pdf

Si profila da parte dell’Agenzia del Territorio una nuova ondata di notifiche di avvisi di accertamento catastale a Milano. Una serie di verifiche che seguono quelle avvenute alla fine del 2008 che hanno interessato circa 30.000 unità e 14.000 proprietari.

Secondo dati forniti dall’Agenzia del Territorio ed elaborati dal Centro studi fiscali di Assoedilizia, gli accertamenti 2008 hanno prodotto un incremento di gettito ICI, per le sole nuove A1, di oltre 7 milioni di euro. In particolare è stata attribuita la categoria A1 -signorile- a circa 1.600 unità prima censite in altre categorie, con un incremento di rendita di 8 milioni di euro (dato agenzia del Territorio-Roma) e conseguente imponibilità ai fini ICI. Il prelievo fiscale, che ha toccato anche altre classi di immobili, è risultato incrementato dall’aumento complessivo delle rendite pari a 44 milioni: sicché si può stimare che l’incremento totale del gettito ICI derivante dall’operazione di revisione delle rendite catastali possa ascendere a circa 16 milioni.

Oltre 1.000 i ricorsi presentati dai proprietari: un numero certamente notevole, se consideriamo che i ricorsi possono essere cumulativi e quindi riguardare un numero plurimo di accertamenti relativi ad altrettante unità immobiliari.

Il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici commenta:

“L’Agenzia del territorio, nell’accertare i valori immobiliari ai fini impositivi, dovrebbe tener conto delle situazioni reali in cui si trovano gli immobili stessi; e così dovrebbe rilevare la presenza di vincoli od oneri che ne riducano il valore in caso di alienazione, quali ad esempio i rapporti di locazione in essere. La differenza di valore può essere del 30-40 % .”

Copyright © - Riproduzione riservata
Dall’Agenzia del Territorio si profilano nuovi accertamenti catastali Geometra.info