La cartografia storica come una mappa digitale: arriva 'Amo Venezia' | Geometra.info

La cartografia storica come una mappa digitale: arriva ‘Amo Venezia’

wpid-18901_amovenezia.jpg
image_pdf

Leggere le trasformazioni urbanistiche che hanno fatto la storia di Venezia attraverso un’applicazione di ‘cartografia digitale’: è la sfida lanciata dal Laboratorio di Cartografia e Gis dell’Università Iuav, che ha presentato nei giorni scorsi “Amo Venezia”, dove ‘amo’ è l’acronimo per “Ancient Maps Of”, antiche mappe. Un’iniziativa che si rivolge sia agli studiosi e ai professionisti che operano con la cartografia, sia ai turisti e ai semplici curiosi, in considerazione del fatto che la consultazione di mappe digitali è ormai un’attività alla portata di tutti, favorita dalla diffusione dei sistemi Gps. Il formato “Ancient Maps Of”, che debutta con Venezia ma verrà presto esteso ad altre città, ha come base di riferimento non le moderne cartografie ma le immagini digitali delle mappe storiche, in questo caso provenienti dal ricco archivio del laboratorio di Cartografia e Gis Iuav.

Scaricabile dal Google Play Store, l’applicazione consente di muoversi oggi in uno spazio antico documentato dalla mappa, scoprendo così cosa c’era in passato, punto per punto, lungo il cammino dell’utente. La navigazione può essere orientata dal sistema Gps, ma può essere anche statica, permettendo di scorrere la mappa liberamente. Le diverse mappe disponibili, consultabili nell’apposita sezione, presentano anche brevi informazioni ed eventualmente uno o più link di approfondimento.

Copyright © - Riproduzione riservata
La cartografia storica come una mappa digitale: arriva ‘Amo Venezia’ Geometra.info