Riforma catasto: iscritti anche gli edifici in corso di costruzione? | Geometra.info

Riforma catasto: iscritti anche gli edifici in corso di costruzione?

Una bozza del secondo decreto attuativo di riforma, da discutere al prossimo Cdm, prevederebbe l'iscrizione di categorie specifiche al nuovo catasto senza valore patrimoniale

wpid-26206_edificioincorsodicostruzione.jpg
image_pdf

Dopo lo schiarimento del quadro operativo sulle commissioni censuarie, emergono nuovi dettagli sulle novità relative alla riforma del catasto. Nella bozza del secondo decreto attuativo, che sarà discussa al prossimo Consiglio dei ministri, sarebbe prevista la possibilità di iscrivere al nuovo catasto alcune categorie senza attribuzione di valore patrimoniale e di rendita, ma con la descrizione dei caratteri specifici e della destinazione d’uso.

Nella bozza di parlerebbe di costruzioni in corso di realizzazione; costruzioni inidonee ad utilizzazioni produttive di reddito perché in degrado; beni comuni a più unità immobiliari che non producono reddito; lastrici solari; aree urbane inidonee ad utilizzazioni produttive di reddito; immobili o loro porzioni adibiti all’esercizio pubblico dei culti “quando hanno le caratteristiche edilizie proprie dell’uso specifico cui sono destinati”. A riportare la notizia è il portale Publicpolicy.it, che afferma di aver preso visione del documento.

In attesa di ulteriori conferme, vi invitiamo a ripercorrere le principali novità sulla riforma del catasto.

Riforma del catasto, nasce l’osservatorio sull’impatto fiscale della revisione

Fiscalita’ immobiliare, Savoncelli: ‘Sia leva di sviluppo e non ostacolo’

Riforma del catasto, scompaiono immobili di lusso e popolari

Copyright © - Riproduzione riservata
Riforma catasto: iscritti anche gli edifici in corso di costruzione? Geometra.info