Debiti pubblica amministrazione: il saldo entro la fine del 2018 | Geometra.info

Debiti pubblica amministrazione: il saldo entro la fine del 2018

wpid-17829_debitipa.jpg
image_pdf

La pubblica amministrazione ha attivato per l’anno in corso 15,7 miliardi di euro per pagare i propri fornitori. Bene ma non basta: è questo il giudizio della Cgia di Mestre, che torna sul tema dei debiti della pa nei confronti delle imprese.

“Ipotizzando che nel frattempo non si accumulino altri debiti, se si procederà erogando solo 20 miliardi all’anno – avverte il segretario Giuseppe Bortolussi – l’ultimo creditore, secondo la nostra stima che dimensiona il debito accumulato dalla Pa in 120 miliardi, riceverà quanto dovuto alla fine del 2018. Se, invece, ci si riferisce all’ipotesi redatta dalla Banca d’Italia che misura il debito della pa in 91 miliardi, l’ultimo fornitore verrà saldato entro il primo semestre del 2017”.

Perché la Cgia ipotizza che i debiti della pubblica amministrazione siano circa 120 miliardi e non 91? “I dati della Banca d’Italia si riferiscono a una indagine campionaria riferita al 31 dicembre 2011, ovvero realizzata più di un anno e mezzo fa – sottolinea Bortolussi –, nella quale non sono comprese le aziende con meno di 20 addetti che, ricordo, costituiscono il 98% del totale delle imprese italiane. In questa ricerca, inoltre, non sono state coinvolte le imprese che operano nei settori della sanità e dei servizi sociali che, storicamente, sono quelli dove si annidano i ritardi di pagamento più eclatanti”.

È dunque alla luce di questi elementi che la Cgia ritiene che l’ammontare dei debiti scaduti stimato dalla Banca d’Italia sia sottodimensionato di circa 30 miliardi di euro. “Per questo – concludono dalla Cgia – è necessario accelerare il pagamento di debiti scaduti per i quali le imprese hanno da tempo pagato i fornitori, gli stipendi, l’Irpef e i contributi previdenziali dei propri dipendenti, nonché luce, acqua e gas ogni 2 mesi”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Debiti pubblica amministrazione: il saldo entro la fine del 2018 Geometra.info