Bonus casa: come funziona la comunicazione per gli amministratori di condominio | Geometra.info

Bonus casa: come funziona la comunicazione per gli amministratori di condominio

A seguito del D.M. 1° dicembre 2016 sono cambiate le modalità di comunicazione per i bonus casa per gli amministratori di condominio. Il focus del fiscalista

image_pdf

Come noto, a seguito del Decreto ministeriale del 1° dicembre 2016 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 296 del 20 dicembre 2016, è stata prevista la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate anche dei dati riguardanti i rimborsi delle spese universitarie e le spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, che saranno utilizzati per la precompilazione delle dichiarazioni dei redditi (modelli 730 e UNICO PF), secondo quanto previsto dal D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175.

Il nuovo adempimento per gli amministratori di condominio
Gli amministratori di condominio, devono trasmettere in via telematica all’Agenzia una comunicazione contenente i dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dal condominio, con riferimento:
• agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica, effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali;
• all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione.
Nella comunicazione devono essere indicate le quote di spesa imputate ai singoli condomini.
Con riferimento alle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici, la nuova comunicazione in capo agli amministratori di condominio si aggiunge quindi all’obbligo, previsto per le banche e Poste Italiane, di comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati riguardanti i bonifici di pagamento delle spese relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica.

Attenzione: Le modalità tecniche per la trasmissione telematica delle nuove comunicazioni sono state stabilite con un apposito provvedimento del 27 gennaio 2017 dell’Agenzia delle Entrate.
Più nel dettaglio, con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 27 gennaio 2017 (prot. n. 19969/2017), l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che gli amministratori di condominio devono indicare anche le spese sostenute nell’anno precedente dal condominio con riferimento all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

Caratteristiche del nuovo adempimento in capo agli amministratori condominiali

Compito degli amministratori Gli amministratori di condominio in carica al 31 dicembre dell’anno di riferimento devono procedere a trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate le comunicazioni in merito:

• agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, nonché

• con riferimento all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

Attenzione: gli amministratori comunicano la tipologia e l’importo complessivo di ogni intervento, le quote di spesa attribuite ai singoli condòmini nell’ambito di ciascuna unità immobiliare.

Modalità di trasmissione La trasmissione della comunicazione deve avvenire necessariamente in via telematica utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline, direttamente ovvero con l’ausilio di intermediari abilitati per la trasmissione.
Tipologie di invio Le tipologie di invii possono essere così suddivise:
• invio ordinario: è la comunicazione con cui si inviano i dati richiesti. È possibile inviare più comunicazioni ordinarie per lo stesso periodo di riferimento. I dati inviati in ogni comunicazione ordinaria successiva alla prima sono considerati in aggiunta a quelli precedentemente comunicati;
• invio sostitutivo: è la comunicazione con la quale si opera la completa sostituzione di una comunicazione ordinaria o sostitutiva precedentemente inviata e acquisita con esito positivo dal sistema telematico;
• annullamento: è la comunicazione con cui si richiede l’annullamento di una comunicazione ordinaria o sostitutiva precedentemente trasmessa e acquisita con esito positivo dal sistema telematico.

È disponibile in prevendita il nuovo e-Book “Bonus Casa: Ristrutturazioni e Interventi”, una guida agile e operativa dedicata alle agevolazioni fiscali previste per gli interventi di ristrutturazione edile e gli interventi antisismici in zone ad alta pericolosità, oltre che ai bonus mobili, ad hoc per il tecnico. Per consultarlo o acquistarlo, clicca il link di seguito.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Bonus casa: come funziona la comunicazione per gli amministratori di condominio Geometra.info