Bonus Verde: cos'è e come funziona | Geometra.info

Bonus Verde: cos’è e come funziona

Come si applica il Bonus Verde? Cosa deve fare l'amministratore di condominio? Quanto è detraibile? La guida tratta da "Immobili 2018" di Angelo Busani

bonus verde
image_pdf

È uscita la versione 2018 di “Immobili”, il volume edito da Ipsoa – curato da Angelo Busani – che analizza gli aspetti della materia immobiliare: disciplina urbanistica e catastale, imposte su trasferimenti e redditi, contrattazione, diritti reali, Imu e tributi locali; tra gli altri.

Ecco un estratto dedicato al cosiddetto “Bonus Verde”Per acquistare il libro, clicca il box sottostante.

Bonus Verde: cos’è

La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto una nuova agevolazione che prevede per le persone fisiche una detrazione pari al 36% delle spese sostenute per interventi finalizzati:

  • Alla “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi;
  • Alla realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Tra le spese rientrano anche quelle di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione dei suddetti interventi.

La detrazione è ammessa fino a un ammontare complessivo di spesa non
superiore a 5.000,00 euro per unità immobiliare a uso abitativo e ripartita in 10 quote annuali di pari importo a partire dall’anno di sostenimento della spesa.

Per gli interventi su parti comuni condominiali la detrazione spetta al singolo
condomino nel limite della quota a lui imputabile a condizione che la stessa
sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione
della dichiarazione dei redditi.

Bonus Verde: modalità di pagamento

Al fine di usufruire dell’agevolazione, i pagamenti dovranno essere eseguiti
con strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni ovvero bonifico bancario o tramite bancomat o carte di credito.

Alla nuova detrazione sono applicabili le seguenti disposizioni:

  • Riduzione al 50% per gli interventi su immobili residenziali adibiti promiscuamente all’esercizio dell’arte e professione o per l’esercizio di attività commerciali;
  • La detrazione è cumulabile con le agevolazioni previste per gli immobili vincolati ma ridotta del 50%;
  • In caso di vendita dell’immobile è possibile trasferire le quote di detrazione non utilizzata dal cedente, salvo diverso accordo o all’erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene.

Bonus Verde: comunicazione per interventi di ristrutturazione edilizia

Bonus Verde: adempimento

È prevista una detrazione d’imposta del 50%, con un limite di spesa di euro 96.000, per le spese sostenute ed effettivamente rimaste a carico del contribuente per interventi di recupero edilizio, ricostruzione o ripristino degli immobili.

Bonus Verde: a chi è applicabile?

  • Persone fisiche proprietari o titolari di diritti reali di godimento
    sugli immobili;
  • Inquilino o comodatario;
  • Soci di cooperative divise e indivise;
  • Soci delle società semplici;
  • Imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i
    beni strumentali o merce;
  • Familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile,
    purché sostenga le spese e le fatture e i bonifi ci risultino a lui
    intestati;
  • Conviventi.

Bonus Verde: scadenza

Trasmissione all’Agenzia delle Entrate – da parte degli amministratori di condominio – dei dati relativi alle spese sostenute: entro il 28 febbraio (prorogato – per le spese sostenute nel 2017 – al 9.3.2018).

Bonus Verde: procedura

Il contribuente deve:

  • Inviare alla ASL competente per territorio una comunicazione (con raccomandata A.R. o altre modalità stabilite dalla Regione);
  • Pagare mediante bonifico bancario o postale;
  • Indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione;
  • Conservare ed esibire a richiesta degli uffici i documenti prescritti dalla legge.

L’amministratore di condominio deve:

  • Trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate una comunicazione contenente i dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dal condominio;
  • Indicare nella comunicazione le quote di spesa imputate ai singoli condomini.

Leggi anche: Bonus casa 2018 e detrazioni: le principali novità

Copyright © - Riproduzione riservata
Bonus Verde: cos’è e come funziona Geometra.info