Costruzioni: la crisi non e' finita | Geometra.info

Costruzioni: la crisi non e’ finita

wpid-10898_crisi.jpg
image_pdf

Continua la crisi delle costruzioni, iniziata nel 2008 e che porterà nel 2012 a un ulteriore calo degli investimenti (-3,8%). Secondo le stime dell’Ance, disponibili online nella Congiuntura di gennaio, i principali indicatori continuano a registrare segni negativi sotto il profilo produttivo e occupazionale: i dati Istat, riferiti ai primi nove mesi del 2011, mostrano un’ulteriore caduta degli investimenti nelle costruzioni e del numero degli occupati.

Rimane elevato anche il ricorso alla Cig da parte delle imprese operanti nel settore. Nel 2011 il numero di ore autorizzate ha raggiunto i 108 milioni, quasi il triplo rispetto al 2008, quando erano state 40 milioni. Nel dettaglio, secondo le valutazioni dell’Ance, il 2011 si è chiuso con una riduzione degli investimenti in costruzioni del 5,4% in termini reali. In cinque anni, dal 2008 al 2012, il settore avrà perduto il 24,1% in termini reali, riportandosi ai livelli di produzione di metà degli anni Novanta.

La caduta degli investimenti coinvolge tutti i comparti ad eccezione degli interventi di recupero del patrimonio abitativo (+6,3% nei cinque anni), stimolati anche dalle agevolazioni fiscali per le spese di ristrutturazioni edilizie (36%) previste per le famiglie. Risultati molto negativi segna la nuova edilizia abitativa che nei cinque anni avrà perso il 40,4% del volume di investimenti. Anche per l’edilizia non residenziale privata la flessione nel quinquennio è rilevante e pari al 23,3%. Per i lavori pubblici, il calo nello stesso periodo si attesta al 37,2%; per questo comparto il ridimensionamento dei volumi produttivi è in atto ormai da otto anni, con una flessione complessiva, tra il 2004 ed il 2012, del 44,5%.

In questo contesto, l’associazione dei costruttori edili ha presentato un articolato pacchetto di proposte. Il Governo, avendo riconosciuto la grave crisi del settore, ha accolto favorevolmente le proposte che, però, ad oggi sono state solo in parte ricomprese nei provvedimenti varati. 

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Costruzioni: la crisi non e’ finita Geometra.info