Detrazione 50%, pertinenze: scontabili anche i costi notarili per il riconoscimento del vincolo | Geometra.info

Detrazione 50%, pertinenze: scontabili anche i costi notarili per il riconoscimento del vincolo

Il chiarimento dell'Agenzia delle Entrate: lo sconto al 50% sugli interventi di ristrutturazione vale anche per i costi notarili di riconoscimento del vincolo pertinenziale

wpid-25719_sottotetto.jpg
image_pdf

Arriva l’ok per lo sconto fiscale sui costi notarili per il riconoscimento delle pertinenze: l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 118/E, ha chiarito che il contributo sostenuto per la redazione dell’atto notarile destinato alla costituzione del vincolo pertinenziale – come nel caso degli interventi di recupero di un sottotetto – può essere ammesso nella detrazione prevista per i lavori di ristrutturazione degli immobili.

Viene così stabilito chiaramente che gli interventi edilizi per il recupero dei sottotetti a fini abitativi sono a tutti gli effetti restauro e risanamento conservativo e/o ristrutturazione. Di conseguenza, il costo sostenuto per rendere abitabile un sottotetto esistente può essere portato in detrazione, purché questo avvenga senza aumento della volumetria originariamente assentita.

La redazione dell’atto notarile di vincolo unilaterale è un atto che rende la parte di sottotetto esistente “pertinenza” dell’unità immobiliare principale. Quindi, l’atto notarile è considerato funzionale alla riduzione del contributo da corrispondere per il rilascio della concessione edilizia. Ne consegue che anche il costo sostenuto per la redazione dell’atto è ammesso in detrazione poiché determina l’importo del contributo detraibile.

Leggi anche: Mansarda o sottotetto non abitabile: i chiarimenti del Consiglio di Stato

Copyright © - Riproduzione riservata
Detrazione 50%, pertinenze: scontabili anche i costi notarili per il riconoscimento del vincolo Geometra.info