Edilizia e pagamenti, ancora molte imprese saldano dopo i 30 giorni | Geometra.info

Edilizia e pagamenti, ancora molte imprese saldano dopo i 30 giorni

wpid-23207_pagamento.jpg
image_pdf

I pagamenti del settore edile continuano a vivere una fase caratterizzata da forti ritardi, sebbene la puntualità, in alcuni casi, sia superiore perlomeno rispetto alla media italiana di tutti i macrosettori.

Ad affermarlo è un’analisi, realizzata da Cribis/D&B, dedicata alle abitudini di pagamento delle aziende italiane che compongono il settore edile. L’indagine ha ‘scomposto’ il macrosettore in tre comparti principali, “Costruzione di edifici”, “Edilizia specializzata” e “Installatori”.

Per il primo settore i valori relativi alla puntualità dei pagamenti sembrano essersi stabilizzati su percentuali leggermente sopra la media italiana complessiva: 41,5% di pagatori puntuali contro la media italiana pari al 38,9%. Il comparto dell’edilizia specializzata è invece sotto la media, -36,6%, e mostra anche un livello elevato di pagatori oltre i 30 giorni (18,5% contro una media nazionale del 15,7%).

Se si analizza il trend si nota come rispetto al 2007 l’edilizia abbia perso quasi 1/3 dei pagatori puntuali (erano il 60% nel 2007 e oggi sono il 41,5%), dato che si evidenza soprattutto nel comparto della “Costruzione di edifici”, passata dal 60,6% di pagatori puntuali del 2007 al 40,5% del 2013.

La forte difficoltà degli ultimi anni è dimostrata anche dal confronto con i ritardi oltre 30 giorni, raddoppiati sia nella “Costruzione di edifici” sia nella “Edilizia specializzata”.

Questa situazione viene ulteriormente confermata dall’analisi del D&B Paydex Medio, cioè il punteggio medio del settore in una scala da 100 a 1. Anche questo dato mette in luce come il calo rispetto al 2007 è stato elevato soprattutto per l’edilizia specializzata e la costruzione di edifici.

Trend dei pagamenti puntuali in Italia nei settori edilizi (fonte: Cribis/D&B)

Interessante anche l’analisi a livello territoriale, che conferma il Nord Est come l’area con la percentuale più alta di pagatori puntuali (52,1%), contro il Sud e le Isole che denotano la percentuale più bassa (23,9%).

Da segnalare, infine, il raffronto con gli altri Stati: analizzando in particolare i ritardi oltre i 30 giorni, i paesi più in difficoltà sono il Portogallo (40,3%), la Turchia (21,7%) e la Polonia (19,3%), mentre a livello internazionale Cina e Hong Kong mostrano una percentuale di aziende che pagano oltre i 30 giorni superiore al 30%.

Copyright © - Riproduzione riservata
Edilizia e pagamenti, ancora molte imprese saldano dopo i 30 giorni Geometra.info