Il bonus mobili torna a essere 'svincolato' | Geometra.info

Il bonus mobili torna a essere ‘svincolato’

wpid-23018_bonus.jpg
image_pdf

Il ‘bonus mobili‘ torna a essere ‘libero’, cioè ‘indipendente’ dalla cifra spesa per la ristrutturazione. Lo ha stabilito il Senato, approvando con 133 voti favorevoli e 99 contrari il Ddl di conversione del decreto Casa sull’emergenza abitativa, che includeva un emendamento legato al bonus per gli arredi.

Si tornerà quindi alla formula originaria del decreto legge, con gli acquisti di mobili che verranno computati ai fini della fruizione della detrazione d’imposta indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione. Anche nel 2014, quindi, si potranno effettuare acquisti di arredi fino a 10 mila euro di spesa usufruendo della detrazione, a prescindere a quanto si sia speso per i lavori di recupero edilizio.

Il provvedimento dovrà ora tornare alla Camera, per essere approvato in via definitiva entro il 27 maggio, pena la decadenza.

“I bonus per l’acquisto di mobili legati alla ristrutturazione edilizia si sono dimostrati utilissimi e per questo avevo da tempo chiesto che essi fossero svincolati dalla somma spesa per la ristrutturazione”, spiega la senatrice Camilla Fabbri (Pd), membro della commissione Industria del Senato. “Sperando che tale emendamento sia ora sufficientemente autorevole per passare al vaglio di tutti i passaggi parlamentari, siamo di fronte a una misura molto importante per la ripresa, con la valorizzazione ulteriore dei bonus a favore di un settore d’eccellenza, quello della produzione dei mobili, che offre da sempre un grande contributo al successo del made in Italy”.

Sono molte le conferme arrivate nei giorni scorsi sulla riattivazione di importanti risorse economiche grazie ai bonus fiscali per le ristrutturazioni e i mobili. Si parla di 28 miliardi di euro spesi nel 2013 per le riqualificazioni delle case da parte degli italiani (dati Cresme/Camera), e una stima di 900 milioni di euro di acquisti in arredo per il 2014 (Centro studi Cosmit/FederlegnoArredo). È proprio il presidente della federazione legata al mondo dell’arredamento, Roberto Snaidero, a commentare positivamente il provvedimento, definito una “buona notizia”.

“Il rilancio delle nostre imprese passa necessariamente attraverso iniziative in grado di attivare i consumi interni”, aggiunge Snaidero. “Ci auguriamo che l’attenzione dimostrata dalle Istituzioni nei confronti di tale misura, nell’interesse della collettività dei cittadini, porti presto a un risultato definitivo”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il bonus mobili torna a essere ‘svincolato’ Geometra.info