Infrastrutturazione digitale degli edifici: è scattato l'obbligo | Geometra.info

Infrastrutturazione digitale degli edifici: è scattato l’obbligo

L'obbligo introdotto dallo 'Sblocca Italia' apre la strada ai 'punti di accesso' per l'alta velocità digitale per gli edifici di nuova costruzione o quelli interessati da ristrutturazione profonda

impianto_condominiale
image_pdf

Dal 1 luglio 2015 per gli edifici di nuova costruzione e quelli interessati da opere di ristrutturazione consistente che richiedano il rilascio di un permesso di costruire, è scattato l’obbligo di essere equipaggiati di un punto di accesso per l’infrastrutturazione digitale degli edifici.

L’obbligo – che di fatto allude agli impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica – l’obbligo deriva dall’articolo 135-bis “Norme per l’infrastrutturazione digitale degli edifici”, introdotto dall’articolo 6-ter, comma 2, della legge 11 novembre 2014, n. 164, il cosiddetto ‘Sblocca Italia‘.

Analogamente, l’obbligo decorre anche per le opere di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli.

Copyright © - Riproduzione riservata
Infrastrutturazione digitale degli edifici: è scattato l’obbligo Geometra.info