IVA al 20% per cessione dei terreni edificabili | Geometra.info

IVA al 20% per cessione dei terreni edificabili

wpid-3771_demolizione.jpg
image_pdf

Così ha deciso la Corte di Giustizia Europea con la sentenza C-461/08 del 19 novembre scorso, chiarendo che in una situazione del genere non si configura la cessione del fabbricato, ma quella del terreno edificabile.

Nel caso preso in esame un’impresa aveva acquistato un terreno su cui erano situati due fabbricati. Il venditore prima della cessione aveva stipulato un altro contratto per la demolizione degli edifici, prevedendo spese a carico dell’acquirente.

Secondo i giudici il terreno costituisce l’elemento principale della cessione, mentre il fabbricato è un elemento accessorio, dal momento che se ne prevedeva la demolizione fin dall’inizio. Si deduce quindi che il terreno veniva acquistato con l’obiettivo di costruire un nuovo edificio.

Considerato che le due prestazioni sono connesse in modo stretto si crea un’unica operazione, mentre nel caso contrario di due prestazioni distinte, ci si sarebbe trovati di fronte a  due diverse imposizioni o esenzioni dall’Iva.

La Corte di Giustizia europea ha stabilito che la cessione di un terreno su cui si trova un vecchio edificio da demolire costituisce un’operazione unica se l’abbattimento è iniziato prima della cessione proprio per consentire la costruzione di un nuovo fabbricato.

Ai fini dell’Iva la cessione riguarda quindi un terreno edificabile sulla quale non si trova nessuna costruzione. Di conseguenza l’operazione paga l’Iva al 20% indipendentemente dallo stato di avanzamento in cui si trovano i lavori di demolizione al momento del trasferimento della proprietà.

Copyright © - Riproduzione riservata
IVA al 20% per cessione dei terreni edificabili Geometra.info