La crescita delle costruzioni nel mondo | Geometra.info

La crescita delle costruzioni nel mondo

wpid-8388_city.jpg
image_pdf

+1,5% gli investimenti in costruzioni nel 2010 nel mondo, rispetto al forte calo del 2009, attestandosi a quota 4.700 miliardi di euro. Rispetto al 2009 la crescita degli investimenti nel 2010 è stata del 6,9% in Asia, del 5% in Sud America e del 3,2% in Africa, mentre si è registrato un calo del 3,6% in Europa occidentale (dopo il -9,8% del 2009) e del 3% in Nord America (-13,1% nel 2009). Ecco il risultato emerso dall’indagine portata a termine dal Cresme (Centro Ricerche Economiche Sociali di Mercato per l’Edilizia e il Territorio) sulla base dei dati forniti dal Fondo Monetario internazionale.

A parità di fattori di misurazione, l’Italia è risultato essere il peggiore paese del mondo occidentale, il terzultimo in termini di crescita tra i 180 Paesi partecipanti all’FMI, dietro l’Italia si collocano solo lo Zimbabwe e Haiti nell’ultimo decennio, una crescita del 2,3% nel 2010 rispetto al 2000 contro dati che in Germania raggiungono l’8.7%, in Francia il 12.5% il 15.4 in Regno Unito e addirittura il 17.8% degli Stati Uniti che pure sono stati tra i Paesi più colpiti dalla crisi economica globale.

Il livello di investimenti in opere pubbliche e private cresce in Turchia del 45%, in Polonia del 50%, in Russia del 131%, mentre prima in Europa è la Romania con il 137%. Guidano questa particolare classifica l’India con il 202%, la Cina con il 367%. Il trend trova conferma se si analizza la media dei paesi BRIC (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) che si attesta al 241%.

La crescita del mercato delle costruzioni si è concentrato quindi in Europa orientale, Asia, Sud America e Africa.

Copyright © - Riproduzione riservata
La crescita delle costruzioni nel mondo Geometra.info