La detrazione per la ristrutturazione puo' valere piu' volte sullo stesso immobile | Geometra.info

La detrazione per la ristrutturazione puo’ valere piu’ volte sullo stesso immobile

A chiarirlo e' l'Agenzia delle Entrate. Ovviamente il nuovo intervento deve essere certificato e non essere una pura prosecuzione di quello precedente

wpid-26708_ristrutturazione.jpg
image_pdf

Se su un immobile che già oggetto di interventi di recupero edilizio negli anni precedenti viene effettuata una nuova ristrutturazione, che non consiste nella mera prosecuzione degli interventi già realizzati, ci si potrà avvalere della detrazione fiscale nei limiti in vigore al momento dei bonifici di pagamento, solo a patto che il nuovo intervento sia autonomamente certificato dalla documentazione richiesta dalla normativa vigente.

A chiarirlo è una circolare dell’Agenzia delle Entrate che fornisce risposte ad alcuni quesiti presentati dal Caf in vista delle scadenze legate alle dichiarazioni contributive.

Pertanto lo sconto fiscale per il recupero del patrimonio edilizio spetta anche se sull’immobile viene eseguito un nuovo intervento, autonomo rispetto a quelli realizzati nel passato. La norma di riferimento, spiega l’Agenzia, è l’art. 16-bis del Tuir, che non prevede che debba trascorrere un tempo minimo tra i diversi interventi di recupero per poter beneficiare nuovamente della detrazione.

Un ulteriore chiarimento fornito dell’Agenzia, sempre in tema di ristrutturazioni, è che nel caso in cui il bonifico sia disposto da un altro soggetto, il beneficiario dell’agevolazione non perde il bonus, a patto che il suo codice fiscale risulti correttamente indicato nella disposizione di pagamento.

LEGGI ANCHE: Detrazioni per il risparmio energetico degli edifici esistenti: le istruzioni Enea

Copyright © - Riproduzione riservata
La detrazione per la ristrutturazione puo’ valere piu’ volte sullo stesso immobile Geometra.info