La nuova Autorizzazione paesaggistica semplificata in vigore dal 6 aprile 2017 | Geometra.info

La nuova Autorizzazione paesaggistica semplificata in vigore dal 6 aprile 2017

Il 6 aprile 2017 entra in vigore il Regolamento di semplificazione delle procedure per l’autorizzazione paesaggistica, che introduce novità importanti per le opere edilizie minori. Savoncelli (CnGeGl): "È una reale semplificazione"

image_pdf

È stato pubblicato sulla G.U.  n. 68 del 22.3.2017 il Regolamento di semplificazione delle procedure per l’autorizzazione paesaggistica, approvato dal Consiglio dei Ministri il 20 gennaio 2017 e firmato dal Presidente della Repubblica il 13 febbraio 2017. Il nuovo regolamento, che entra in vigore dal 6 aprile 2017, introduce significative novità nel campo delle autorizzazioni in ambito paesaggistico per le opere di edilizia minori, sia in ambito documentale che per le procedure.

Con il nuovo regolamento l’iter per la conclusione delle pratiche sarà più veloce, perché si potrà concludere in 40 giorni, e sono stati previsti modelli unificati per la presentazione dell’istanza e per la relazione paesaggistica semplificata.

Inoltre, le norme riguardano soltanto le zone sottoposte a tutela per vincoli ambientali, escludendo quindi gli interventi su immobili soggetti a vincolo dei Beni Culturali ex L. 1089/39.

Le tabelle allegate al Decreto indicano a tal fine un preciso elenco di interventi totalmente esclusi dall’obbligo di ottenere l’autorizzazione paesaggistica (31) e di interventi soggetti ad autorizzazione paesaggistica semplificata in quanto considerati di lieve impatto ambientale (42). Un’altra significativa innovazione introdotta interessa la tolleranza costruttiva delle misure di tutti gli edifici, prima applicabile solo in campo urbanistico e ora estesa anche in materia ambientale. Questo concetto, di grande utilità pratica, ridurrà senza dubbio gli eventuali contenziosi per cittadini e tecnici di settore.

Per approfondire, leggete su Ingegneri.info: Autorizzazione paesaggistica semplificata: i 6 punti del nuovo iter

“In considerazione della delicatezza del tema – ha dichiarato il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli – e in relazione alla oggettiva complessità della compartecipazione decisionale “a doppia chiave” (cioè con una decisione Stato (Soprintendenza) – Ente Territoriale (Regione), il provvedimento è una reale semplificazione, che concorre a ridurre il peso burocratico sui cittadini e sui professionisti, pur continuando a garantire la tutela dell’ambiente. Tale aspetto verrà, infatti, assicurato dal supporto di un tecnico qualificato – conclude il Presidente Maurizio Savoncelli – che dovrà comunque intervenire, anche in occasione della realizzazione di opere non assoggettate ad autorizzazione paesaggistica”.

Copyright © - Riproduzione riservata
La nuova Autorizzazione paesaggistica semplificata in vigore dal 6 aprile 2017 Geometra.info