L'edilizia perfetta? È una "Rapsodia in blu" | Geometra.info

L'edilizia perfetta? È una "Rapsodia in blu"

wpid-6297_moscheag.jpg
image_pdf

Arrivare a una perfetta concordanza e assonanza di tutti i componenti – dai materiali utilizzati alla messa in sicurezza dei lavoratori, alla responsabilità d’impresa – per ottenere un prodotto edilizio realmente di qualità. È stato questo il tema al centro del recente convegno “Rapsodia in blu, la qualità del costruito, armonia dei componenti”, organizzato dalla Consulenza tecnica per l’edilizia dell’Inail. 

Una tre giorni di studio che ha visto la presenza di esperti e rappresentanti di spicco di varie discipline – a partire dagli architetti di fama mondiale Mario Botta, Paolo Portoghesi e Paolo Desideri – che hanno discusso di qualità del costruito, progettazione e riqualificazione degli spazi pubblici e scelta dei componenti.

A chiudere il primo giorno di lavori, l’intervento di Marco Ferraro, ingegnere responsabile di società Condotte che ha posto l’attenzione sulla questione della sicurezza in un cantiere complesso, come parte integrante della progettazione. La seconda giornata, invece, ha visto susseguirsi interventi sui temi più vari.

Di particolare rilevanza la riflessione sulla responsabilità sociale d’impresa nella gestione del cantiere, considerata un elemento costitutivo del processo di progettazione. Il convegno si è chiuso con una giornata dedicata al tema della ludo come linguaggio di comunicazione e sono stati inoltre presentati diversi progetti finalizzati ad aumentare i livelli di attenzione sulla sicurezza con forme non convenzionali, come cartoon e vignette.

“Questo sedicesimo convegno nazionale ha dato la possibilità agli specialisti dell’Inail di confrontarsi con grandi protagonisti dell’architettura sul significato di ricerca e innovazione, riqualificazione degli spazi e scelta dei componenti – ha commentato Marco Stancati, chairman della convention e docente di Media planning alla Sapienza di Roma –“.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'edilizia perfetta? È una "Rapsodia in blu" Geometra.info