Permesso di costruire: da quando inizia a decorrere il termine per impugnare? | Geometra.info

Permesso di costruire: da quando inizia a decorrere il termine per impugnare?

Il termine per l'impugnare il permesso di costruire può iniziare fin dal momento in cui si deducono censure rilevabili anche nella fase iniziale dei lavori. Ecco un Interessante caso sottoposto al Tar Campania

permesso di costruire e distanze tra fabbricati
image_pdf

Con una recente sentenza sul tema di titoli edilizi, il Tar della Campania ha stabilito che il termine per impugnare il permesso di costruire deve decorrere fin dal momento iniziale se le osservazioni emergono in questa fase (scarica gratuitamente il testo della sentenza al termine dell’articolo).

Una consolidata corrente giurisprudenziale afferma che per individuare il termine iniziale è sufficiente avere la percezione dell’esistenza di un provvedimento amministrativo e un’immediata e concreta lesività della sfera giuridica dell’interessato.

Nel caso in esame, l’istanza di accesso al permesso di costruire che il ricorrente ha presentato con la motivazione «che si sta costruendo il nuovo edificio in aderenza al fabbricato in cui si trova l’abitazione di proprietà dell’istante e a ridosso del balcone di pertinenza di tale abitazione» dimostra già la conoscenza dell’esistenza del provvedimento amministrativo e quindi la percezione degli aspetti d’immediata e concreta lesività della propria sfera giuridica.

Inoltre, il fatto che si adduca come motivo la «verifica del rispetto della normativa relativa alle distanze ed alle vedute tra il fabbricato in costruzione ed il fabbricato di proprietà» riporta facilmente il caso nella sfera delle ipotesi dell’onere di immediata proposizione delle censure rilevabili sin dalla fase iniziale dei lavori.

Altro aspetto interessante è determinato dalla certezza delle situazioni giuridiche.

Viene infatti rilevato come il principio della certezza delle situazioni giuridiche e di tutela di tutti gli interessati comporta che non si possa lasciare il soggetto titolare di un permesso edilizio nella incertezza sulla sorte del proprio titolo oltre una ragionevole misura, tanto che in giurisprudenza è stata individuata una serie di fattispecie in cui sussiste, a carico dell’interessato, un onere di attivarsi giudizialmente immediatamente, tenuto conto anche del fatto che resta in ogni caso salva la possibilità per il ricorrente di proporre eventuali motivi aggiunti, a seguito di una successiva e più approfondita analisi di tutta la documentazione rilevante ai fini della causa.

Queste fattispecie si riconducono non solo alla natura delle lamentele mosse nei confronti dell’intervento edilizio, ma anche ai rilievi presentati relativamente alla conformazione fisica o giuridica delle aree oggetto dello stesso intervento.

Pertanto, alla luce di quanto detto, il termine per l’impugnare il permesso di costruire rilasciato a un terzo inizia immediatamente a decorrere allorché si deducano censure rilevabili sin dalla fase iniziale dei lavori, come per il rispetto delle distanze fra fabbricati.

Copyright © - Riproduzione riservata
Permesso di costruire: da quando inizia a decorrere il termine per impugnare? Geometra.info