Programma misto per un edificio monolitico cerniera tra autostrada e città | Geometra.info

Programma misto per un edificio monolitico cerniera tra autostrada e città

wpid-8839_homek.jpg
image_pdf

Dominique Coulon e associati ha progettato questa scuola di musica come un blocco monolitico di 100 metri di lunghezza e 40 metri di larghezza. E’ situata perpendicolarmente alla strada principale, proiettandosi a sbalzo sullo spazio pubblico per 16 metri. L’edificio è adiacente a una foresta di sequoie giganti, e forma una porta che segna l’ingresso alla cittadina di Maizieres-les-Metz, in Francia.

L’edificio ospita un programma misto. Si compone di locali per giovani, un centro extra-scolastico per studenti, una community hall, un auditorium, e una scuola di musica. Queste funzioni sono riunite in un edificio monolitico. La complessità della programmazione è gestita all’interno di un unico edificio e la giustapposizione dei suoi programmi ne arricchisce notevolmente l’impianto.

L’esterno dell’edificio rivela poco del programma al suo interno – solo le grandi vetrate lasciano intravedere la sala della comunità. E’ possibile scorgere solo fugaci movimenti di ballerini.

Vi è abbondante luce naturale, fornita anche dai coloratissimi patii che aggiungono una propria speciale luce. Questa configurazione di patii protegge anche le zone più adiacenti dalla vicina autostrada. L’edificio non è concepito solo come un monolite allungato, però. L’esterno rientra nell’interno progressivamente, fino ad assorbire i due livelli dedicati alla scuola di musica. Questa compenetrazione aggiunge un impulso dinamico alla struttura generale e le linee di fuga dei volumi ne risultano stranamente turbate.

L’involucro esterno ha l’aspetto del tipico calcestruzzo a vista, con i suoi difetti. L’edificio è in cemento armato, gettato sul posto, e poggiante su pali.

Al contrario, i materiali utilizzati per gli interni sono preziosi. La sala principale è in legno chiaro, che dà alla luce una sfumatura calda. L’auditorium è “appeso” mediante tiranti su tre dei suoi lati. Le pareti si muovono con un minimo soffio d’aria, rivelando il loro spessore. L’acustica regolabile (mediante persiane regolabili) scompare dietro eleganti partizioni verticali che come il pavimento sono rivestite in prezioso legno wenge. Il centro extra-scolastico per studenti è invece bianco e nero, il colore arancione satura lo spazio, e il pavimento in resina lucida rafforza il suo aspetto altamente artificiale.

La logica primaria consiste in attuazioni molto forti e contrasti fra le diverse aree: contrasti di materiali, contrastanti di colore, contrasti di luce. L’interno e l’esterno sono totalmente dissociati, con l’aspetto ruvido del cemento esterno in opposizione agli interni preziosi.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Programma misto per un edificio monolitico cerniera tra autostrada e città Geometra.info