Richard Rogers per Verona sud | Geometra.info

Richard Rogers per Verona sud

wpid-8077_home.jpg
image_pdf

Il Piano degli interventi della città di Verona, appena varato dalla Giunta comunale dopo quasi quattro anni di amministrazione, e presentato alla municipalità, punta in alto: nomi altisonanti e sviluppo sociale ed economico per la zona sud della città, un territorio ampio e di estrazione industriale.

Sulla direttrice centrale di via del Lavoro fino alle aree limitrofe di Zai storica, Borgo Roma, Santa Lucia e Golosine, sorgerà una porzione più uniforme di città con nuove residenze, alberghi, palazzi, uffici, parchi, piste ciclabili e zone pedonali, attraverso la riqualificazione e riconversione di complessi industriali che miglioreranno anche la qualità della vita nei quartieri.

Una torre di 100 metri sorgerà nelle ex officine Adige, dove l’architetto inglese Richard Rogers ha progettato un complesso di case e uffici con all’interno un grande parco; sarà soprattutto l’emblema di un processo di trasformazione della Zai storica oltre a essere un landmark urbano dopo l’ingresso in città dal casello di Verona sud, che verrà potenziato con un parcheggio scambiatore da 5.000 posti auto. “In occasione delle fiere più popolari – ha spiegato il vicesindaco – sarà possibile fermare il vero e proprio tsunami di automobili che arriva a invadere strade, marciapiedi e passi carrai della zona. Le auto saranno bloccate lì, con possibilità di facile parcheggio, e il nuovo filobus porterà i visitatori fino in centro”. Nell’ex Manifattura Tabacchi sorgerà un complesso progettato da Antonio Citterio con un albergo, un centro congressi e una zona per uffici e centro direzionale.

I disegni relativi al futuro dei tre quartieri circostanti, Santa Lucia, Golosine e Borgo Roma, riportano vialetti in porfido, limiti di velocità, posti auto per i residenti, piste ciclabili ovunque, nel complesso un’atmosfera da «new town» inglese.

Ma il nuovo Piano non è tutto qui, consiste infatti in altri 609 progetti, di cui altri 70 a Verona sud e i restanti in tutta la città. Esso è salutato come un volano economico per le imprese del territorio che porterà una ricaduta di 60 milioni in opere pubbliche. “La programmazione urbanistica dell’amministrazione comunale potrà far ripartire l’economia del territori con progetti di alto valore architettonico, che miglioreranno la qualità della vita degli abitanti di Verona sud” dice il sindaco Tosi. Il programma — ora all’esame delle circoscrizioni per quanto riguarda Verona sud e poi in commissione consiliare e in Consiglio dovrebbe essere approvato entro l’estate e darà il via a un cambiamento urbano che potrebbe svilupparsi nell’arco di una decina d’anni.

Copyright © - Riproduzione riservata
Richard Rogers per Verona sud Geometra.info