Smart Home ed edilizia residenziale pubblica: in Liguria nasce il progetto “Casarte” | Geometra.info

Smart Home ed edilizia residenziale pubblica: in Liguria nasce il progetto “Casarte”

L’azienda territoriale per l’edilizia della Regione Liguria pubblica il bando per il progetto "Casarte", nato per la realizzazione di nuovi moduli abitativi con all’interno le più avanzate soluzioni tecnologiche e di domotica

image_pdf

Pubblicato da A.R.T.E. Genova, l’azienda territoriale per l’edilizia della Regione Liguria, il bando europeo per lo sviluppo di nuove tipologie di alloggi con utilizzo di innovazioni tecnologiche e domotica.
Il bando, in linea con la linea di Azione 4.1.1. dell’Asse 4 – ENERGIA del POR FESR Liguria 2014-2020 si propone di ridurre i consumi di energia primaria e le emissioni inquinanti negli edifici di edilizia residenziale pubblica.
Entro l’estate verrà individuato l’aggiudicatario della progettazione delle nuove case e A.R.T.E. sarà titolare dello sviluppo del prodotto e delle proprietà dei brevetti previsti.

Il bando
Il bando nasce con lo scopo di risolvere problematiche legate sia alla gestione dei conflitti sociali legati ad occupazioni abusive, vandalismo, carenza di attività di servizio e di supporto all’utenza, che a problematiche legate alla funzionalità degli alloggi quali elevati costi di manutenzione, consumi energetici elevati e tipologie abitative e dotazioni impiantistiche non adeguate legate ad un patrimonio edilizio vetusto.
L’idea del bando è quella di sviluppare un modulo come matrice progettuale, in modo da comporre il modulo a seconda delle destinazioni funzionali dell’edificio.

L’innovazione tecnologica per l’edilizia residenziale pubblica
Gli impianti verranno realizzati con un sistema a diaframma esterno perimetrale che consentirà di facilitare l’ispezione sia dall’interno degli alloggi che dall’esterno, agevolazione nella sostituzione dei componenti, tempestività di intervento in caso di urgenze.
Il modulo abitativo verrà gestito mediante un sistema domotico wireless che consentirà la gestione ed il controllo dei vari impianti quali illuminazione, elettrodomestici, riscaldamento, videocitofoni, telesoccorso, ed allarmi.

Idea progettuale Smart Home domotica – Fonte CasARTE

Idea progettuale Smart Home domotica – Fonte CasARTE

Dal punto di vista sociale i nuovi moduli consentiranno, inoltre, di incrementare l’inclusione sociale mediante la realizzazione di asili condominiali e l’aumento di servizi per giovani ed anziani.

L’oggetto del Bando
Il bando richiede lo sviluppo di prodotti e servizi che non siano disponibili sul mercato e pertanto devono essere realizzati espressamente a valle di specifiche attività di ricerca e sviluppo.
L’attività di progettazione sarà focalizzata sulla ricerca e sviluppo di un sistema di fabbricazione del modulo abitativo, realizzato mediante modellazione BIM.
L’edificio prototipo dovrà avere i seguenti requisiti:
• superficie lorda: 1250 mq;
• composizione: 15-18 alloggi
• importo a base di gara: 1.650.000 euro.

Procedura d’appalto
La procedura di appalto verrà svolta ai sensi dell’art. 65 del D.Lgs. n. 50/2016, e prevede due fasi. Una prima fase in cui si valuta l’offerta tecnica in funzione ai requisiti tecnici di efficientamento energetico, impiantistico e strutturale; Particolare attenzione verrà posta alla riduzione dei costi delle attività manutentive, di prevenzione ed il contrasto nei confronti di atti vandalici ed occupazioni abusive e allo sviluppo di sistemi socio-assistenziali, di sicurezza e vivibilità; Dalla prima fase verranno selezionati 3 concorrenti.
La seconda fase prevede la negoziazione tra i tre concorrenti finalizzata a migliorare le offerte selezionate mediante integrazioni e migliorie secondo le esigenze di A.R.T.E., e la valutazione dell’offerta economica basata su una media pesata su requisiti tecnici, di innovazione e di offerta economica.

Fase di sviluppo e fornitura del prodotto
L’aggiudicatario provvederà allo sviluppo del prototipo ed all’effettuazione di prove e test di concerto con A.R.T.E. Successivamente A.R.T.E. provvederà ad individuare il sito dove realizzare l’edificio predisponendo l’area per la successiva creazione da parte dell’aggiudicatario fino ad un massimo di 500 alloggi.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Smart Home ed edilizia residenziale pubblica: in Liguria nasce il progetto “Casarte” Geometra.info