Un'esperienza comune per dividere onori e oneri, di una casa | Geometra.info

Un’esperienza comune per dividere onori e oneri, di una casa

wpid-10077_home.jpg
image_pdf

Due famiglie di amici comprano un grande appezzamento di terreno, con l’idea di condividere e coordinare la costruzione e la pianificazione del progetto per la loro futura casa. Siamo in Austria, ad Altschwendt, e il progetto ci mostra come la costruzione di un’abitazione è qualcosa di estremamente personale e individuale.

Entrambe le famiglie hanno convenuto di coordinare la pianificazione in modo da poter rendere la casa una singola unità, nonostante l’esistenza ora di due famiglie e due abitazioni, compresa la possibilità di un giardino in comune oltre il confine stabilito.

Uno spazio a un solo piano incorpora il garage di entrambe le sezioni agendo anzi da cinghia che le unisce. La casa di due piani si stacca poi da questa cinghia verso il giardino e pertanto si costituisce come elemento a sè per la configurazione dell’edificio stesso. Entrambe le sezioni dell’edificio sono posizionate in modo tale che i singoli settori esterni assegnati a ciascuna delle famiglie alla fine formino un cortile interno protetto.

Dal punto di vista delle caratteristiche esterne, il solo piano dell’edificio con i due garage appare come un edificio bianco e monolitico. La casa infatti con il suo rivestimento di facciata in legno grigio scuro è un’affascinante mediazione tra i due edifici, che consente anche all’individualità delle singole sezioni di diventare evidente. Entrambe le case sono configurate come case a basso consumo energetico, con ventilazione controllata. 

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un’esperienza comune per dividere onori e oneri, di una casa Geometra.info