Valore degli immobili ed efficienza energetica, cosa pensano gli agenti immobiliari | Geometra.info

Valore degli immobili ed efficienza energetica, cosa pensano gli agenti immobiliari

wpid-21699_agenziaimmobiliareedbis.jpg
image_pdf

Favorito anche dalle estensioni delle detrazioni fiscali, il tema dell’efficienza energetica per il parco immobiliare è sempre più centrale nel dibattito pubblico. Ciò nonostante, tra chi vende e chi compra casa permane una situazione di scarsa conoscenza degli effetti degli interventi sul valore degli immobili. E quando c’è la conoscenza, subentra la diffidenza: sono ancora molti infatti i proprietari che ritengono che l’efficienza energetica non fornisca un reale contributo alla valorizzazione dell’immobile.

A mettere in luce questo quadro è una parte specifica dell’ultimo Rapporto annuale sull’efficienza energetica, realizzato dall’Enea e pubblicato nei giorni scorsi. Nel capitolo in questione, Enea insieme a I-Com, Istituto per la competitività, e Fiaip, Federazione italiana agenti immobiliari professionisti, hanno fotografato la percezione dei temi dell’efficienza tra acquirenti e venditori delle case, utilizzando come fonte le interviste condotte su un panel di 300 agenti immobiliari.

In primo luogo il rapporto mette in luce una considerazione sulla diffusione delle classi energetiche alte: secondo gli agenti, fatta eccezione per il segmento delle nuove costruzioni, gli immobili venduti dalle agenzie sono prevalentemente in classe molto bassa.

Circa il 50% degli acquirenti, inoltre, non dimostra una percezione adeguata dell’importanza del tema dell’efficienza energetica; di contro, il 70% di chi vende non considera l’efficienza energetica un fattore in grado di contribuire sensibilmente alla valorizzazione del proprio immobile.

Il 59% degli agenti immobiliari intervistati sostiene che la certificazione energetica degli edifici non rappresenti, ad oggi, uno strumento utile o capace di orientare la scelta dell’acquirente verso edifici ‘efficienti’. Ciò nonostante, il 90% degli intervistati offre, presso la propria agenzia, servizi di certificazione energetica degli edifici e il 60% dei clienti decide di avvalersene.

Gli agenti concordano nella necessità di comunicare meglio gli effetti dell’efficienza energetica sul valore degli immobili: per l’80% del campione occorre attivare iniziative volte a incrementare la percezione che un immobile energeticamente efficiente abbia maggiore valore di mercato rispetto ad un immobile meno efficiente, e il 60% si dichiara disponibile ad intraprendere percorsi di formazione (già affrontati in sessioni ad hoc dal 52% degli intervistati).

“Rispetto a questi dati, l’analisi evidenzia la necessità di incentivare la convergenza di domanda e offerta verso standard energetico-ambientali più elevati”, si legge nella nota che accompagna lo studio di I-Com, coordinato da Franco D’Amore. “Un obiettivo funzionale non solo al conseguimento degli obiettivi di risparmio energetico in capo al settore immobiliare, ma anche alla ripresa economica del comparto”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Valore degli immobili ed efficienza energetica, cosa pensano gli agenti immobiliari Geometra.info