Investimenti immobiliari, in Italia crescono gli affari | Geometra.info

Investimenti immobiliari, in Italia crescono gli affari

Nel 2016 investiti 9,1 miliardi di euro: tra i settori trainanti, il Retail e l’High Street

image_pdf

Il settore degli investimenti immobiliari gode di buona salute. Stando alle cifre diffuse da CBRE Italia, nel nostro Paese nel 2016 sono stati investiti ben 9,1 miliardi di euro, con un incremento del 12% rispetto all’anno precedente. In aumento anche la quota di capitale domestico che nel 2016 ha rappresentato il 37% del volume totale annuo, contro il 25% del 2015. Dati in controtendenza rispetto alla media europea, dove il volume delle transazioni degli ultimi 12 mesi è stato pari a 250 miliardi di euro, in calo del 10% rispetto al dato dello stesso periodo dell’anno precedente.

In generale, nell’ultima parte del 2016 il volume degli investimenti immobiliari ha raggiunto i 3,8 miliardi di euro e quindi il miglior risultato trimestrale degli ultimi 10 anni, superando dell’80% la media calcolata sui quattro quadrimestri del periodo 2007-2016.
Sempre analizzando gli ultimi tre mesi dell’anno scorso, il capitale straniero nel Bel Paese ha rappresentato il 56% degli investimenti totali, con 2,1 miliardi di euro, con una variazione tendenziale positiva del 6%.

Tra i settori più floridi, da registrare l’exploit dell’Office, con investimenti (da settembre a dicembre 2016) di oltre 1,6 miliardi di euro, rappresentando il 43% del totale, in crescita del 26% rispetto al quarto trimestre del 2015.
Conferme importanti arrivano dal Retail, che fa registrare più di 1 miliardo di transazioni, pari al 29% del volume investito. In particolare l’High Street, con circa 440 milioni di euro, ha raggiunto il risultato record di sempre. Il 2016 è stato, inoltre, un anno proficuo per la logistica, con circa 630 milioni di euro investiti, grazie anche al sempre maggiore sviluppo dell’e-commerce. A livello europeo, il volume delle transazioni degli ultimi 12 mesi è stato pari a 250 miliardi di Euro, in calo del 10% rispetto al dato dello stesso periodo dell’anno precedente.

Secondo l’opinione di Alessandro Mazzanti, AD di CBRE Italia, il 2017 sarà ancora più imperniato sulle performances di settori come l’High Street e gli uffici, in particolare nelle grandi città, da Roma a Milano.
“La logistica sarà un altro segmento importante – spiega Mazzanti – anche se potrebbe essere penalizzato dalla mancanza di prodotto. Inoltre, le banche dovranno continuare a pulire e rafforzare i loro bilanci, per cui continueranno le vendite di NPLs e verranno messi sul mercato anche gli immobili di loro proprietà, creando opportunità interessanti per gli investitori. Si apriranno infine buone possibilità nei settori alternativi in particolare quelli delle centraline telefoniche, seguiti da leisure e healthcare”.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Investimenti immobiliari, in Italia crescono gli affari Geometra.info