L'asset management dell'Agenzia del Demanio | Geometra.info

L’asset management dell’Agenzia del Demanio

wpid-10864_demanio.jpg
image_pdf

In un’intervista sul Sole 24 Ore, il direttore dell’Agenzia del Demanio, Stefano Scalera, spiega il ruolo dell’istituzione nell’anno in corso: un ruolo improntato all’asset management, che estrae valore dal patrimonio immobiliare pubblico e lo trasforma in un “volano per la crescita”.

Le manovre finalizzate al pareggio di bilancio approveranno a breve un piano di dismissioni di immobili e patrimonio pubblico in generale di 5 miliardi di euro all’anno per tre anni. La lista di asset pubblici da vendere nel prossimo triennio sarà definita entro il 30 aprile con un decreto del presidente del Consiglio.

Tre sono i fronti su cui l’Agenzia del Demanio è impegnata: il primo è la razionalizzazione dei 60 miliardi di immobili ad uso governativo, contenendo la spesa e liberando gli spazi, il secondo è la valorizzazione di un miliardo di immobili del demanio storico artistico. Infine, il terzo fronte è rappresentato da terreni agricoli del valore pari a 6 miliardi e proprietà immobiliari degli enti territoriali del valore di circa 7 miliardi e la dismissione di immobili e terreni non valorizzabili.  

Un sistema di aste online sarà messo a punto entro l’estate, con cui l’Agenzia accelererà i tempi delle vendite di terreni e immobili pubblici. Allo scopo di attrarre gli investitori stranieri, l’asta online avrà una documentazione anche in lingua inglese e tedesca. Dopo la registrazione e versata la fideiussione, gli investitori potranno accedere all’asta online dove le offerte si potranno inserire in via telematica.

L’Agenzia mira a contenere la spesa degli uffici pubblici e liberare spazi, con conseguente riduzione del costo delle bollette, delle locazioni e delle manutenzioni. Si è stimato che per ogni metro quadro liberato si risparmierebbero 65 euro di spesa pubblica. Tutto ciò che non potrà essere valorizzato o messo a reddito, sarà dismesso, inclusi terreni agricoli.

Le prime risorse finanziarie per avviare le valorizzazioni dovrebbero giungere da una Sgr immobiliare pubblica, non ancora istituita, posseduta al 100% dal Tesoro e che l’agenzia del Demanio potrebbe rilevare.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’asset management dell’Agenzia del Demanio Geometra.info