Dronitaly 2015 'fotografa' l'industria italiana dei droni civili | Geometra.info

Dronitaly 2015 ‘fotografa’ l’industria italiana dei droni civili

Oggi e domani a Milano vengono presentati i dati della macro-indagine realizzati da Dronitaly per tracciare un quadro completo dell'industria italiana dei droni civili

drone
image_pdf

L’industria dei droni civili in Italia sta crescendo vertiginosamente: 50 milioni di euro come giro d’affari annuale, un valore medio del business per azienda di 700 mila euro, con 7 addetti medi per impresa e, a sorpresa, il Centro Italia come traino del fenomeno. Sono i primi dati anticipati da Dronitaly, l’evento – fiera dedicato ai droni professionali che apre il 25 e 26 settembre con un convegno presso il Centro Congressi Atahotel Expo Pero-Milano dedicato al tema “L’industria dei droni civili in Italia. Come aiutare la crescita delle start-up innovative”.

L’inchiesta commissionata da Dronitaly si basa su un campione rappresentativo di 53 aziende, che consente di scattare una “fotografia ufficiale” del settore. Finora in Italia, infatti, non era ancora stata realizzata un’indagine così approfondita tra i protagonisti del settore unmanned, settore ancora giovane ma con forti potenzialità di crescita in Italia e all’estero.

Oltre alla presentazione dei dati completi, il convegno prevede in programma oltre trenta eventi tra convegni e workshop rivolti ai professionisti interessati alla “rivoluzione” dei droni (agronomi, ingegneri, architetti, avvocati, geometri, fotografi), o dedicati ad applicazioni specifiche di grande attualità, tra cui: ambiente, sicurezza e vigilanza, droni marini. Novità ulteriore anche il convegno su “L’impiego dei sistemi unmanned nella grandi aziende italiane”, con la partecipazione di Enel, Eni, Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) e Vodafone Italy.

Per informazioni sull’evento, clicca qui.

Copyright © - Riproduzione riservata
Dronitaly 2015 ‘fotografa’ l’industria italiana dei droni civili Geometra.info