Edifici a energia quasi zero in Area mediterranea, un road show 'firmato' Andil | Geometra.info

Edifici a energia quasi zero in Area mediterranea, un road show ‘firmato’ Andil

wpid-3410_mainSceneAerial.jpg
image_pdf

Sta per partire il road show “Edifici a energia quasi zero – Verso il 2020” organizzato da Andil (Associazione nazionale degli industriali dei laterizi): un tour in 6 tappe – Bologna, Roma, Verona, Bari, Milano e Torino – a partecipazione gratuita e rivolto a imprese, enti pubblici e a tutti i professionisti che operano nel settore dell’edilizia.

Il ciclo di incontri vede al centro gli obiettivi ‘net/near zero energy building’ verso i quali spinge la Comunità europea, che interessano non solo le nuove costruzioni ma anche e soprattutto il patrimonio edilizio esistente, privato e pubblico. Gran parte degli edifici presenti nel nostro Paese risale infatti a un’epoca in cui non veniva applicata la legislazione sul contenimento dei consumi energetici. A partire dal 1° gennaio 2014 è scattato l’obbligo di riqualificare energeticamente il 3% del patrimonio pubblico.

L’organizzazione scientifica del tour è affidata a docenti universitari e membri di Ance, Enea, Cecodhas e delle Commissioni Uni e Cti impegnati da anni nella produzione di norme su tali tematiche all’interno di comitati normatori nazionali ed internazionali. Ciascuna tappa vedrà alternarsi sul palco numerosi esperti e offrirà una panoramica completa delle tematiche relative agli edifici a energia quasi zero in area Mediterranea.

SanMarco-Terreal Italia, sponsor del ciclo di convegni, invita progettisti, tecnici e protagonisti della filiera delle costruzioni alla prima tappa del road show che si terrà il 28 marzo 2014 a Bologna, presso la Sala Italia del Palazzo della cultura e dei congressi in Piazza Costituzione 4/A, a partire dalle 9.30.

Il convegno, accreditato dal Collegio dei geometri e geometri laureati di Bologna, e per il quale è in corso la richiesta di accreditamento presso gli Ordini degli ingegneri e degli architetti, si dividerà in due parti. Dopo un’introduzione dell’Ing. Nicola Massaro, responsabile dell’area tecnologica Ance, la prima parte sarà dedicata all’analisi del contesto normativo, con interventi di Laurent Socal, consulente Cti e vicepresidente Anta, e Gaetano Fasano dell’Enea, mentre nella seconda parte si affronterà il tema “Nzeb: dal nuovo al recupero”, con gli interventi di Antonio Frattari dell’Università di Trento, Elisa Di Giuseppe, Costanzo Di Perna e Marco D’Orazio dell’Università Politecnica delle Marche.

Copyright © - Riproduzione riservata
Edifici a energia quasi zero in Area mediterranea, un road show ‘firmato’ Andil Geometra.info