Partiamo bene! Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 23 - 27 Ottobre 2006 | Geometra.info

Partiamo bene! Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 23 – 27 Ottobre 2006

image_pdf

Partiamo bene!
Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro
23 – 27 Ottobre 2006

Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro
Troppi giovani si feriscono sul lavoro. In Europa, i giovani tra i 18 e i 24-anni di età corrono un rischio, almeno del 50%, di incorrere in un infortunio non letale sul luogo di lavoro rispetto ad altre fasce di età. I giovani possono anche soffrire di problemi di salute di origine professionale con uno sviluppo più lento. Dietro ai dati statistici si celano storie individuali: dei giovani che devono subire le conseguenze di infortuni e di danni alla salute per il resto della loro vita nonché di giovani deceduti quando avevano tutta la vita davanti a loro.
I giovani sono particolarmente vulnerabili quando l’ambiente di lavoro nel quale operano non offre un’adeguata garanzia di sicurezza e salute sul lavoro (SSL). Possono mancare di esperienza, di maturità fisica e psicologica e di consapevolezza delle questioni di salute e sicurezza e possono altresì mancare di competenza e formazione. Possono anche ignorare i doveri che incombono al datore di lavoro e i propri diritti e responsabilità e possono altresì mancare di fiducia nel sollevare problemi di SSL Da parte loro, i datori di lavoro possono non tenere conto della vulnerabilità dei giovani, ovvero proponendo loro una formazione, una supervisione e delle salvaguardie adeguate nonché un lavoro consono alle loro capacità. La vulnerabilità dei giovani sul lavoro riguarda gli stessi giovani lavoratori, i loro datori di lavoro e i supervisori, quanti sono interessati dalla SSL e dall’istruzione nonché il mondo politico. Dobbiamo fare tutti in modo che i giovani entrino nel mondo del lavoro in buone condizioni di sicurezza e salute.
Molti infortuni e problemi di salute che colpiscono i giovani lavoratori possono essere prevenuti. I giovani sono ricettivi alle informazioni concernenti la salute e la sicurezza del luogo di lavoro e sono pronti a proteggersi quando conoscono i potenziali pericoli. L’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (‘l’Agenzia’) fornisce ai giovani una gamma di informazioni sulle precauzioni da adottare e li incoraggia a parlare francamente o a rifiutare un lavoro se i datori di lavoro danno poco peso alle potenziali minacce. La legislazione impone ai datori di lavoro di tenere conto della particolare vulnerabilità dei giovani lavoratori e di proteggerli dai rischi di cui loro stessi forse non hanno coscienza, effettuando delle valutazioni del rischio e fornendo una formazione e una supervisione adeguate. I datori di lavoro devono andare al di là degli obblighi di legge e dimostrare un vero impegno in materia di salute e sicurezza. Un’attegiamento di questo tipo è propizio per gli affari.
L’istruzione nel campo della SSL non deve essere differita a quando i giovani entrano nel mondo del lavoro.
La SSL deve essere “integrata” nell’istruzione – deve far parte integrante del curriculum scolastico, per infondere ai giovani una cultura della prevenzione del rischio. Esempi da tutta Europa dimostrano come la SSL possa essere insegnata in maniera fantasiosa ed efficace.
La campagna “Partiamo bene” si concentra su due settori: sul luogo di lavoro – rendendo più coscienti i datori di lavoro e i giovani dei rischi e su cosa fare per ridurli; nel mondo dell’istruzione – inculcando una cultura della prevenzione del rischio. “Partiamo bene” è la campagna 2006 dell’Agenzia, dedicata alla salute e sicurezza sul lavoro dei giovani ed è sostenuta da tutti gli Stati membri dell’UE nonché dai sindacati e organizzazioni dei datori di lavoro, organizzazioni giovanili e il mondo dell’istruzione. La campagna culmina con la Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro, dal 23 al 27 ottobre 2006.
Nell’ambito della campagna “Partiamo bene”, l’Agenzia propone una serie di risorse (anche attraverso un sito web dedicato http://ew2006.osha.eu.int). Le manifestazioni e attività organizzate attorno alla campagna comprendono premi di buona prassi e concorsi per videoamatori nelle scuole. Gli interessati possono anche dimostrare il proprio impegno firmando la carta “Partiamo bene”. Le organizzazioni e i singoli sono stimolati a partecipare alla campagna, ad organizzare le proprie manifestazioni per la Settimana europea e a contribuire a far sì che i giovani possano godere di un avvio sicuro nella loro vita lavorativa.

Scarica il documento completo dell’Agenzia europea
per la sicurezza e la salute sul lavoro (PDF 96 KB )

Copyright © - Riproduzione riservata
Partiamo bene! Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 23 – 27 Ottobre 2006 Geometra.info