I mutui al record negativo nel 2012 | Geometra.info

I mutui al record negativo nel 2012

wpid-12221_dinuovacamedda.jpg
image_pdf

Prosegue la crisi della domanda di mutui da parte delle famiglie italiane: i primi 8 mesi del 2012 registrano un -44% rispetto allo stesso periodo del 2011. E sebbene il solo mese di agosto registri una diminuzione del calo dei mutui ipotecari, si tratta comunque di un pesante -39% rispetto ad agosto 2011.

A confermarlo è il Barometro Crif, che ha pubblicato i dati relativi alle variazioni percentuali mensili rilevate su Eurisc, il Sistema di Informazioni Creditizie di Crif che raccoglie i dati relativi a oltre 78 milioni di posizioni creditizie.

Per quanto riguarda la domanda di mutui, si tratta del calo più rilevante degli ultimi anni: nel 2011 e nel 2010, rispettivamente, il decremento si attestava a -10% e -3%, mentre nel 2009, già anno di crisi, si registrava persino un aumento del +4%.

La crisi economica nazionale, e in particolare l’incertezza rispetto alla situazione occupazionale dei giovani, si riflette sui dati relativi alle durate dei mutui: le classi inferiori ai 20 anni risultano tutte in aumento mentre quelle oltre i 20 anni sono in calo. Tuttavia la classe compresa tra i 25 e i 30 anni è ancora la più richiesta dalle famiglie italiane, con una quota superiore al 30%.

Rispetto alla distribuzione delle richieste di mutuo in funzione dell’importo rimane molto marcato il continuo spostamento verso gli importi più bassi rispetto al corrispondente periodo del 2011: nello specifico, le uniche fasce di domanda che aumentano sono quelle fino ai 100.000 euro a scapito delle altre.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
I mutui al record negativo nel 2012 Geometra.info