Il mercato immobiliare nelle grandi citta': focus su Torino | Geometra.info

Il mercato immobiliare nelle grandi citta’: focus su Torino

wpid-22343_torino.jpg
image_pdf

Dopo Milano e Roma, continua il focus dedicato al mercato immobiliare nelle grandi città del Gruppo Tecnocasa. L’attenzione stavolta è focalizzata su Torino, dove nella seconda parte del 2013 le quotazioni immobiliari sono diminuite del 6,1% rispetto al semestre precedente, mentre sul calcolo dell’intera annata il calo registrato è pari al -10,9%, in linea con quello del 2012 (-10,8%), che a sua volta era molto più forte dell’annata precedente (il 2011, con il -2,1%).

Forte il ribasso dei prezzi nelle aree centrali, pari in media al -7,5%. Nel centro storico il decremento dei valori è del 4,2%. Chi acquista casa sia come abitazione che come investimento si concentra su tagli ampi da frazionare oppure su tagli ridotti da affittare a studenti universitari. Apprezzate le abitazioni in via Po. dove piccoli tagli in buone condizioni hanno prezzi medi di 3.500 € al mq. Richiesta anche la zona di via Roma, via Battisti, piazza Carlo Alberto, piazza Castello, piazza Vittorio Veneto, grazie alla presenza di soluzioni di prestigio dalle metrature superiori a 100 mq. Qui, tipologie ristrutturate, si aggirano in media sui 4.000 € al mq. Ancora più signorili le abitazioni posizionate sul Lungopo Diaz, dalle quali è possibile avere una vista sulla collina di Torino e sul Po e che possono toccare valori più alti della media dal momento che l’offerta è molto bassa.

In calo le quotazioni nella zona di via Roma, via Lagrange e via Carlo Alberto. Qui una tipologia d’epoca in buono stato si acquista con una spesa media di circa 4.000 € al mq, mentre in alcune aree, come via Della Rocca, alcune tipologie signorili riqualificate arrivano a circa 6.000 € al mq.

Scendono le quotazioni anche in zona Crocetta-Borgo San Secondo, la zona nei pressi della stazione ferroviaria di Porta Nuova e nelle vicinanze del Politecnico: in strade come corso Re Umberto e via La Marmora, è possibile acquistare un buon usato con una spesa media di 2.500-2.600 € al mq. Un bilocale in locazione a studenti ha un canone mensile di 500-550 €.

Leggero calo dei prezzi anche a San Salvario. La presenza di numerose facoltà infatti determina una forte richiesta di immobili in affitto da parte di studenti. Apprezzata l’area di corso Marconi, strada ampia dove si possono acquistare soluzioni signorili e luminose in contesti d’epoca oppure degli anni ’70. Qui un buon usato è valutato 2.300-2.400 € al mq. Molto richiesta l’area adiacente al Parco Valentino perché verde, tranquilla e meno trafficata. Più bassi i prezzi in area Sacro Cuore, richiesta da persone che lavorano nelle strutture ospedaliere adiacenti: qui un appartamento usato in buono stato si acquista con una spesa di 2.000-2.100 € al mq. Per quanto riguarda i canoni di locazione mensile, per un monolocale si parla di 300 €, per un bilocale di 400 €.

Nella macroarea Borgo Vittoria – Barriera di Milano il calo dei prezzi medio è del 5,7%. Più forte il calo nella zona di Borgo Vittoria, area medio-popolare. Tra le proposte, i complessi residenziali ex Fiat presenti all’incrocio con via Chiesa della Salute dispongono di tagli ampi con valori di circa 1.000 € al mq. Da segnalare che nel 2014 dovrebbero partire i lavori per lo smantellamento del cavalcavia di corso Grosseto, che una volta terminati apporteranno un netto miglioramento della qualità della vita dell’intero quartiere. Bene il mercato degli affitti, i bilocali hanno canoni compresi tra 250 e 300 € al mese e sono molto richiesti.

In zona Giulio Cesare si registrano quotazioni immobiliari ancora in calo. Si tratta di un’area popolare, in particolare abitata da stranieri (africani ed est europei), ormai richiesta quasi esclusivamente da investitori privati e da imprenditori in cerca di soluzioni da mettere a reddito. Acquistare un appartamento degli anni ’60 in buone condizioni costa circa 1.100-1.200 € al mq.

In area Francia-San Paolo il ribasso dei prezzi è stato del 4,3%. Quotazioni in calo in zona Cenisia-Frejus nella seconda parte del 2013. Tra le vie maggiormente apprezzate corso Vittorio Emanuele, corso Peschiera e corso Trapani: qui un trilocale in buone condizioni si acquista con una spesa compresa tra 140 e 180 mila. Particolarmente attivo il mercato delle locazioni, con canoni medi per un bilocale di 400 € al mese e per un trilocale di 500 € al mese.

Decrescita delle quotazioni pari al 4,7% nell’area Santa Rita- Mirafiori Nord. I ribassi colpiscono in particolare le tipologie meno prestigiose in zona Santa Rita – Via Tripoli, mentre gli immobili più signorili dimostrano una tenuta migliore. Per un buon usato si spendono mediamente 2.000-2.100 € al mq, che salgono a 2.400 € al mq se l’abitazione ha vista sul parco Rignon. La restante parte della zona si caratterizza per la presenza di abitazioni civili oppure di stabili costruiti negli anni ’60, valutati mediamente 1.700 € al mq. In generale, tra le strade maggiormente richieste ci sono corso Agnelli, via Tripoli, via Gorizia, corso Orbassano e corso Cosenza, dove è possibile acquistare con una spesa di 2.100 € al mq.

Calo più accentuato nella macro-area Nizza-Lingotto-Mirafiori Sud, dove il ribasso dei prezzi è stato del 7,2%. Tra gli elementi da segnalare, l’area di piazza Bengasi, interessata da importanti lavori di riqualificazione come la realizzazione del capolinea della metropolitana e del nuovo grattacielo della Regione Piemonte, parallelamente ai numerosi interventi residenziali e terziari. Risulta attivo il mercato delle locazioni, sul quale si registra un discreto utilizzo di polizze assicurative che coprano i proprietari dal rischio di insolvenza.

Forte, infine, il ribasso dei prezzi nella macro-area Collina, pari al -10,2%. In aree come Collina, Borgata Rosa, Lomellina, Madonna del Pilone e Sassi acquistano persone con buona capacità di spesa. Si ricercano soluzioni indipendenti, con giardino e terrazzo. L’area di Lomellina-Borgo Po si sviluppa nella fascia pre-collinare e ospita tipologie di primi anni del ‘900 che, grazie alla vista panoramica sulla città, hanno prezzi di 3.700-3.900 € al mq. Nella zona di San Martino ci sono case indipendenti, di ampiezza compresa tra 200 e 250 mq: una tipologia da ristrutturare costa circa 760 mila €, ma può arrivare anche al milione di euro se è già stata interessata da lavori di ammodernamento. Nell’area di Borgata Rosa un appartamento recente si valuta da 2.400 a 2.700 € al mq. Nella parte collinare del quartiere ci sono ville d’epoca edificate tra il 1500 e il 1600, di grandi dimensioni e con terreno annesso molto vasto, che possono superare abbondantemente il milione di euro. Mercato completamente opposto a Sassi, caratterizzato da edilizia economica con condomini e, soprattutto, di case indipendenti valutate circa 530 mila €. A cercare casa in affitto ci sono studenti e soprattutto lavoratori trasfertisti di qualifica medio-alta, dipendenti di aziende quali Iveco, Ferrero e Alenia. Un monolocale si affitta a 300 € al mese, un bilocale a 350-400 € e un trilocale a 500-600 €; non di rado si affittano ville con giardino, per le quali il canone ammonta a 1.600-1.700 €.  

Copyright © - Riproduzione riservata
Il mercato immobiliare nelle grandi citta’: focus su Torino Geometra.info