Il mercato immobiliare turistico in Piemonte | Geometra.info

Il mercato immobiliare turistico in Piemonte

wpid-20327_PaesaggioBardonecchia.jpg
image_pdf

Sono stabili le quotazioni delle abitazioni a Bardonecchia nei primi sei mesi  del 2013. Molti residenti alla ricerca della prima casa si stanno orientando sul trilocale. Chi cerca la casa vacanza  si orienta su immobili dal valore compreso tra  170 e 220 mila €  (bilocali o piccoli trilocali), costruiti in stile montano, in legno e pietra.  I potenziali acquirenti arrivano dal Piemonte e dalla Liguria; spesso prediligono le zone centrali dove  ci sono abitazioni costruite negli anni ’50 che, in buono stato, si scambiano a prezzi medi di 3500 € al mq. Una delle zone più apprezzate è quella del “Borgo Vecchio” dove, negli ultimi anni, sono state costruite numerose abitazioni in stile montano per le quali le richieste sono di 6500 € al mq. Le soluzioni ristrutturate, soprattutto “granges”, sono acquistabili a valori medi di 4500 € al mq. 

Piace anche la zona di Campo Smith – Campo Principe che sorge nei pressi degli impianti di risalita e offre abitazioni di nuova costruzione per le quali si chiedono prezzi medi di 7000 € al mq anche se, al momento, non trovano molto riscontro sul mercato dal momento che  il nuovo si colloca a 5000 € al mq.

Nei primi sei mesi del 2013 le quotazioni delle abitazioni a Cesana, Claviere e Sansicario sono in leggera diminuzione perché la disponibilità di spesa di chi acquista in zona è diminuita ma a Cesana e a San Sicario il mercato immobiliare ha dato segnali di ripresa a partire dall’estate.

I potenziali acquirenti, provenienti soprattutto dalla Liguria e dal Piemonte, sono alla ricerca di bilocali e di trilocali a cui destinare rispettivamente un budget che non supera 140 e 200 mila €.

Cesana è la località più ricercata perché sorge al centro della Via Lattea ed è ben collegata con Claviere e con Sansicario tramite seggiovia e cabinovia. A Cesana, in questo momento, si compravendono soprattutto appartamenti usati, costruiti tra gli anni ’70 e gli anni ’80 e che hanno valori medi di 2400 € al mq.

Cesana insieme ad Oulx è la località del fondovalle che, in seguito alla crisi di mercato, ha attirato l’attenzione dei potenziali acquirenti perché hanno prezzi più accessibili.

Anche a Claviere in questo momento si registra una bassa offerta immobiliare (poche le nuove costruzioni e poche le abitazioni usate messe in vendita) che ha contribuito a tenere i prezzi elevati.

Sul mercato delle nuove costruzioni si registra poco movimento anche perché in queste zone la disponibilità di spesa per il nuovo non supera i 4000 € al mq.

Sul mercato degli affitti si registrano già delle richieste per la prossima stagione ma si nota uno spostamento della domanda nel tempo, dovuto soprattutto a fattori climatici che posticipano le prime nevicate.

Nei primi sei mesi del 2013 le quotazioni degli immobili a Sauze d’Oulx sono in diminuzione. Spesso si registra una certa distanza tra la disponibilità di spesa dei potenziali acquirenti che è in diminuzione e le richieste dei proprietari  più restii ad adeguarle alle dinamiche di mercato. Chi vuole investire infatti si indirizza verso cifre intorno a 100 mila €.  Si chiedono maggiormente bilocali in posizione comoda e con esposizione soleggiata. Il centro di Sauze D’Oulx, compreso tra piazza III Reggimento Alpini e piazzale Miramonti, è molto richiesto perché ben servito, l’area è caratterizzata da appartamenti costruiti tra gli anni ’60 e gli anni ’70 che si vendono, se non ristrutturati, ma in buone condizioni a prezzi medi di 2800-3000 € al mq. In questa zona è possibile acquistare anche soluzioni storiche ristrutturate con una spesa che oscilla tra 4000 e 4500 € al mq. Da segnalare che in zona Jovenceaux è stata completata la realizzazione di appartamenti e soluzioni indipendenti venduti tra  3500 e 4500 € al mq. Leggermente superiori le quotazioni del nuovo in zona Grand Villard , le quali si attestano anche qui su valori non superiori a 4500 € al mq. Il buon rapporto qualità-prezzo rende interessante l’area di Richardette, dove ci sono appartamenti degli anni ’70 scambiati a prezzi medi compresi tra 2000 e 2500 € al mq.

Da segnalare inoltre un aumento delle richieste di appartamenti da affittare per l’intero anno da parte di turisti che intendono soggiornare a Sauze D’Oulx nella stagione invernale, in quella estiva e nel fine settimana. In questo caso la spesa media per l’affitto di un bilocale è compresa tra 400 e 450 € al mese.

Nei primi sei mesi del 2013 le quotazioni delle abitazioni ad Oulx hanno registrato un ribasso, che ha determinato una ripresa della domanda da parte di coloro che non hanno un budget molto elevato da destinare all’acquisto immobiliare. Tra le zone più richieste c’è quella di Gad che si caratterizza per  la presenza di nuove costruzioni che attirano acquirenti “over 50”  che comprano trilocali da destinare alla casa vacanza e da dividere con i figli/nipoti.  Le quotazioni del nuovo sono di 3000-3200 € al mq.  Si tratta di case tipiche di montagna con camino e finiture in pietra e legno.

Si sono mantenute stabili le quotazioni delle abitazioni nelle zone centrali di Oulx in particolare su corso Montenero dove ci sono villette indipendenti e semindipendenti che sono acquistate da un target di clienti che hanno una buona disponibilità di spesa ( si investe anche un capitale superiore a 300 mila €).

Da segnalare che, negli ultimi tempi, si sono registrati acquisti dai valori intorno a 50 mila € o comunque inferiore a 100 mila € ed eseguiti da famiglie giovani che nel  Borgo Vecchio acquistano soluzioni poste in antichi palazzi che necessitano di piccoli lavori di ristrutturazione.

Sempre apprezzate le zone di Cotolivier e via Cazzettes dove ci sono  abitazioni realizzate a partire dagli anni ’70. Cotolivier è una zona verde e collinare con condomini di piccole dimensioni in stile montano e villette a schiera che si scambiano a valori medi di 2500-3000 € al mq. Lo stesso parco immobiliare è presente anche in via Cazzettes a valori medi di 2500 € al mq.

Richiesta anche la frazione di Savoulx  apprezzata per l’esposizione  e la presenza di baite ristrutturate e quella di Salbertrand dove sono in corso interventi di riqualificazione.

Oulx è un centro servito, apprezzato per la media altitudine  e la presenza dei servizi.  Più difficile che sia ricercata da chi si reca in montagna per motivi sportivi  visto che gli impianti sono distanti alcuni chilometri.  Da segnalare la contrazione della domanda di locazioni invernali a causa della bassa disponibilità di spesa ei turisti.

A Sestriere nella prima parte del 2013 le quotazioni della abitazioni sono diminuite del 6,9%. I ribassi si sono concentrati in particolare nelle aree periferiche, mentre la parte centrale ha mantenuto i propri valori essendo sempre molto richiesta. Il centro di Sestriere, adiacente alle piste da sci, è ricercato soprattutto da persone con una buona disponibilità di spesa che, spesso, utilizzano la seconda casa nel week end per permettere ai figli di svolgere attività agonistiche legate agli sport invernali. Chi invece cerca la casa vacanza per trascorrere il periodo estivo di solito preferisce zone più decentrate, più accessibili dal punto di vista dei prezzi e dove si possono acquistare tipologie con giardino.

La richiesta di seconde case a Sestriere proviene da turisti in arrivo dalla Liguria, in particolare Genova, dal Piemonte ed in parte minore da Milano e Pavia. Sestriere si è sviluppata negli anni ’60, ’70 ed ’80  e nella seconda parte degli anni ’90. I prezzi variano in base alle diverse tipologie condominiali ed alle diverse zone e oscillano tra 2000 e 5000 € al mq. Continuano i lavori per la realizzazione del complesso “Le Torri dei Principi”, si tratta di quattro torri realizzate con uno standard qualitativo elevato che si affacciano direttamente sulle piste sciistiche. Le richieste dei costruttori per queste tipologie si attestano tra 4000 e 6000 € al mq. Apprezzate anche le borgate di Sestriere che si trovano a circa 3 chilometri dal centro del paese e che evidenziano quotazioni più contenute, comprese tra 2000 e 2500 € al mq.

A Pragelato nel primo semestre del 2013 i prezzi delle case sono diminuiti del 2,8%. A cercare le seconde case sono in genere turisti provenienti da Torino, in particolare dall’area sud di Torino e da Pinerolo grazie alla realizzazione del raccordo stradale Torino-Pinerolo che ha migliorato la viabilità ed ha velocizzato i collegamenti con Pragelato. Da segnalare anche qualche richiesta di turisti provenienti dal cuneese. La domanda di chi acquista per trascorrere le vacanze estive si distribuisce tra l’area adiacente al centro sportivo Kinka e zona Plan, quest’ultima rivitalizzata dopo il 2012 grazie all’insediamento di un nuovo Club Méditerranée. L’area del centro sportivo Kinka è caratterizzata dalla presenza di negozi, servizi e strutture sportive. Chi invece cerca per trascorrere la stagione invernale si focalizza su Plan e Pattemouche, ai piedi della Val Troncea dove si trova la funivia che collega alla Via Lattea. Plan è un’area in continuo sviluppo dove ci sono tra l’altro un campo da golf e la pista olimpionica di sci di fondo. La parte centrale di Pragelato è sorta negli anni ’80, ma si possono acquistare anche appartamenti di nuova costruzione a 2500-2600 € al mq. Prezzi più elevati si registrano in zona Plan, dove l’offerta immobiliare è bassa ed i valori del nuovo si attestano su 3500 € al mq. Signorile la borgata di Villardamond caratterizzata da baite ristrutturate con vista panoramica sulla valle.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Il mercato immobiliare turistico in Piemonte Geometra.info