Le agevolazioni del nuovo Piano casa per i giovani | Geometra.info

Le agevolazioni del nuovo Piano casa per i giovani

wpid-20103_casa.jpg
image_pdf

La maggior parte dei giovani di quest’epoca ha un sogno nel cassetto: il mattone. Non a caso l’investimento sul mattone viene promosso da decenni, anche se nell’ultimo periodo sembra un’utopia. Avere una casa di proprietà nella quale costruire la propria famiglia? A causa dei tassi di interessi elevati e delle garanzie eccessive richieste al fine di ottenere il mutuo, ad oggi sembra un sogno irrealizzabile. O forse no. Sì, perché grazie al D.L. 102/2013, sono state introdotte delle importanti novità nel nuovo Piano Casa varato dal governo Letta.

In sintesi anche i giovani potranno permettersi di richiedere un mutuo non proibitivo al fine di ottenere una casa di proprietà. Come? Innanzitutto sono stati istituiti ed aggiunti 40 milioni di euro al fondo inerente i contributi al fine di poter sospendere le rate del mutuo per un tempo massimo di 18 mesi. In termini semplici ciò si concretizza con la reale possibilità di accedere al Fondo di solidarietà per i mutui, alleggerendo in un certo senso il peso sulle spalle di giovani (ma anche famiglie) in situazioni difficoltose o critiche dal punto di vista economico. Essi, infatti, nel caso in cui abbiano acceso un mutuo sulla prima casa per un tetto massimo di 250.000 euro, avendo un Isee annuale non superiore a 30.000 euro, in situazioni precarie dovute alla perdita di lavoro o condizioni particolarmente disagiate, possono chiedere la sospensione delle rate del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi. Gli interessi del suddetto periodo verranno corrisposti dal Fondo gestito dalla Consap.

Tra le altre importanti novità presenti nel Piano casa vi sono i 60 milioni di euro aggiunti al fondo di garanzia per i mutui a favore dei giovani. La novità sostanziale riguarda l’allargamento dei beneficiari al fondo. Infatti avendo ora, la maggior parte dei giovani, un contratto a tempo indeterminato, al fine di non limitare loro l’accesso al credito, tra i beneficiari compaiono anche i lavoratori cosiddetti atipici. Grazie a questo fondo i giovani under 35 con un reddito Isee annuale non superiore a 35.000 euro, potranno beneficiare di un mutuo del valore massimo di 200.000 euro, garantito dal suddetto fondo per il 50% della quota capitale iniziale.

Infine sono stati stanziati 60 milioni di euro al fine di favorire la legalità contrattuale dei canoni mensili nel caso in cui non si riesca ad acquistare una casa e si voglia vivere in affitto. Insomma, sebbene rimanga ancora tanto da fare, un piccolo passo, soprattutto a favore dei giovani, è stato fatto, e la speranza è che si prosegua nella stessa direzione. (Per maggiori informazioni, visitare il portale Agevolazioni Prima Casa).

Copyright © - Riproduzione riservata
Le agevolazioni del nuovo Piano casa per i giovani Geometra.info