Mercato immobiliare: il manifesto Fiaip per il rilancio del settore | Geometra.info

Mercato immobiliare: il manifesto Fiaip per il rilancio del settore

wpid-13900_nuovarilancio.jpg
image_pdf

Pressione fiscale, tassazione dei redditi patrimoniali (e non del patrimonio), accesso al credito e professione: sono i temi al centro delle proposte contenute in un ‘manifesto per il rilancio dell’immobiliare‘, presentato a Roma nei giorni scorsi all’interno della manifestazione nazionale della Fiaip (Federazione italiana agenti immobiliari professionali).

Un evento nato per fare il punto su una filiera che, stando ai dati, vive un momento di profonda crisi: 500 mila posti di lavoro persi, il numero delle compravendite di immobili passato dalle 850 mila unità del 2006 alle 480 mila del 2012, con una pressione fiscale che è diventata nel 2012 la più alta d’Italia e l’accesso al credito per l’acquisto della casa diventato “una chimera”.

È su questi dati che viene elaborata l’immagine in crisi di un comparto economico che produce il 20% del Pil Nazionale e che, sottolinea con forza la Fiaip, “oggi subisce l’attacco di una politica dissennata volta esclusivamente a tassare la proprietà immobiliare per risanare i conti di uno Stato che non riesce a disciplinare le proprie spese”. Una prospettiva che, secondo la Federazione, è destinata a complicarsi ulteriormente, date “la prossima riforma del Catasto, l’Imu, la Tares che farà il suo debutto quest’anno, la tassa imposta dai Consorzi di Bonifica e una miriade di altre imposizioni fiscali”.

Con il manifesto elaborato la Fiaip ha aperto un dibattito, a meno di un mese dalle elezioni, con le forze che si candidano a guidare la nazione, per “comprendere quali saranno le politiche sulla casa che saranno adottate nel corso della prossima legislatura, anche in relazione alle leggi sulla locazione, che sempre più assume valenza di stabilizzatore della pace sociale”.

“Senza il rilancio dell’economia in generale, e del settore immobiliare in particolare – ha detto il presidente Fiaip Paolo Righi – l’Italia sarà risucchiata dal vortice della decrescita”.

Undici le proposte presentate nel manifesto: riduzione della pressione fiscale sugli immobili, semplificazione fiscale ed eliminazione degli enti inutili; tassare i redditi derivanti dal patrimonio e non il patrimonio; meno debito con le dismissioni del patrimonio immobiliare dello Stato; eliminazione dell’Imu sulla prima casa; revisione della legge sulle locazioni; no al consumo del suolo, sì al recupero dell’esistente; edilizia agevolata, no a nuove costruzioni; facilitare l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa; facilitare l’accesso al credito immobiliare per mezzo dell’agente immobiliare; l’agente immobiliare e il passaggio da ausiliario del commercio a professione intellettuale; lotta all’evasione fiscale e abusivismo professionale.

Copyright © - Riproduzione riservata
Mercato immobiliare: il manifesto Fiaip per il rilancio del settore Geometra.info