Mutui ai giovani: 23% delle richieste, ma 16% dell'erogato | Geometra.info

Mutui ai giovani: 23% delle richieste, ma 16% dell’erogato

wpid-13864_mutuiaigiovani.jpg
image_pdf

Tra le richieste di finanziamento per l’acquisto della prima casa compilate negli ultimi sei mesi, il 23% d arriva da cittadini di età inferiore a 30 anni. Quasi un preventivo su 4, ma le condizioni economiche e la precarietà lavorativa rendono poi difficile ottenere il finanziamento. Difatti, da luglio 2012 a gennaio 2013, i mutui erogati con un primo intestatario di età inferiore a 30 anni rappresentano il 16% del totale. Sono questi alcuni risultati dell’indagine condotta da Mutui.it, in collaborazione con Facile.it.

Analizzando il dettaglio dei mutui erogati, emerge che i mutui mono-firma rappresentano solo il 5,7% del totale, quelli ottenuti da una coppia di giovani sono il 4,8% mentre i finanziamenti in cui vi è un garante o cointestatario adulto, quasi sempre un genitore, rappresentano quasi il 6% dei mutui stipulati nel periodo preso in esame.  Ciò significa che il 37% degli under 30 che ha ottenuto un mutuo è stato supportato da un genitore.

All’interno del campione di oltre diecimila domande di mutuo arrivate da luglio ad oggi, si nota come la richiesta tipo fatta dai giovani aspiranti mutuatari sia di valore inferiore rispetto alla media dei finanziamenti richiesti in Italia per l’acquisto della prima casa, ma mira a coprire una percentuale maggiore del costo da sostenere: il 70% del valore dell’immobile rispetto al 60% registrato a livello complessivo.

Quanto all’importo del finanziamento, chi ha meno di 30 anni oggi vuole ottenere dalla banca 122.000 euro – contro i 150.000 di settembre 2011 – e il tasso preferito è quello variabile (49%), mentre il tasso fisso raccoglie solo il 34% delle domande di mutuo.

A livello regionale, prezzi medi degli immobili più bassi o maggiori opportunità di ottenere un lavoro ben retribuito, spingono gli under 30 di Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Veneto a provare a comprar casa. Di contro, gli alti costi degli immobili scoraggiano i giovani cittadini di Lombardia, Liguria e Lazio.

Sul fronte degli importi, le regioni da cui provengono le domande più ingenti sono: Trentino Alto Adige (148.000 euro), Valle d’Aosta (142.000 euro), Lazio (137.000 euro) e Emilia Romagna (135.000 euro).

Classifica delle Regioni italiane in base agli importi richiesti dagli under 30 e alla percentuale sul totale delle domande di mutuo

 

Regione

Importo medio richiesto

Regione

Percentuale di richieste di cittadini fino a 30 anni

Trentino-Alto Adige

148.000

Friuli-Venezia Giulia

31%

Valle d’Aosta

142.000

Sicilia

29%

Lazio

137.000

Veneto

27%

Emilia-Romagna

135.000

Campania

26%

Toscana

130.000

Puglia

26%

Lombardia

127.000

Calabria

25%

Veneto

124.000

Piemonte

25%

Abruzzo

123.000

Sardegna

25%

Molise

122.000

Marche

24%

Umbria

120.000

Emilia-Romagna

23%

Campania

118.000

Basilicata

23%

Piemonte

117.000

Toscana

22%

Sardegna

114.000

Umbria

21%

Puglia

112.000

Molise

20%

Liguria

109.000

Lazio

20%

Marche

108.000

Liguria

19%

Sicilia

106.000

Lombardia

19%

Friuli-Venezia Giulia

101.000

Trentino-Alto Adige

15%

Calabria

100.000

Valle d’Aosta

8%

Basilicata

99.000

Copyright © - Riproduzione riservata
Mutui ai giovani: 23% delle richieste, ma 16% dell’erogato Geometra.info