Impianti di telefonia mobile: il Comune puo' limitare l'installazione dei ripetitori? | Geometra.info

Impianti di telefonia mobile: il Comune puo’ limitare l’installazione dei ripetitori?

wpid-489_ripetitore.jpg
image_pdf

Massima

In materia di impianti di telefonia mobile e telecomunicazioni, la potestà assegnata ai Comuni dall’art. 8, comma 6, della legge quadro n. 36/2001, che prevede la possibilità che gli stessi adottino un regolamento c.d. di minimizzazione finalizzato a garantire “il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e a minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici“, deve tradursi nell’introduzione, sotto il profilo urbanistico, di regole a tutela di zone e beni di particolare pregio ambientale, paesaggistico o storico-artistico (ovvero, per ciò che riguarda la minimizzazione dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, nell’individuazione di siti che per destinazione d’uso e qualità degli utenti possano essere considerati sensibili alle immissioni radioelettriche), senza trasformarsi in limitazioni alla localizzazione degli impianti di telefonia mobile per intere ed estese porzioni del territorio comunale, in assenza di una plausibile ragione giustificativa. (Riforma T.A.R. Lazio Roma , Sezione II bis, n. 9258/2012)

 Scarica il testo integrale della sentenza

Copyright © - Riproduzione riservata
Impianti di telefonia mobile: il Comune puo’ limitare l’installazione dei ripetitori? Geometra.info