Solo piccole crepe nei muri? Non chiamatelo 'risanamento conservativo' | Geometra.info

Solo piccole crepe nei muri? Non chiamatelo ‘risanamento conservativo’

wpid-459_crepe.jpg
image_pdf

Consiglio di Stato, sentenza n. 3968 del 25 luglio 2013

Edilizia e urbanistica / Attività edilizia

Costituisce vera e propria costruzione “ex novo” e non già ristrutturazione né mero restauro o risanamento conservativo la ricostruzione di un intero fabbricato, diruto da lungo tempo e del quale residuino, al momento della presentazione dell’istanza del privato, solo piccole frazioni dei muri, di per sé inidonee a definire l’esatta volumetria della preesistenza, in quanto l’effetto ricostruttivo così perseguito mira non a conservare o, se del caso, a consolidare un edificio comunque definito nelle sue dimensioni, né alla sua demolizione e fedele ricostruzione, bensì a realizzarne uno del tutto nuovo e diverso (Conferma della sentenza del T.a.r. Umbria – Perugia, n. 927/2000).

 Scarica il testo della sentenza in versione integrale (.pdf)

Copyright © - Riproduzione riservata
Solo piccole crepe nei muri? Non chiamatelo ‘risanamento conservativo’ Geometra.info