Sopraelevazioni e sottotetti: le norme applicabili per il computo delle distanze | Geometra.info

Sopraelevazioni e sottotetti: le norme applicabili per il computo delle distanze

Attraverso alcune significative pronunce del Tar in tema di distanze legali, una sintesi dei principi applicabili al recupero dei sottotetti e alle sopraelevazioni

sottotetti_distanze_cover
image_pdf

Alle sopraelevazioni è applicabile il medesimo principio individuato per il computo delle distanze nelle ricostruzioni: poiché la sopraelevazione di un edificio preesistente determina, infatti, un incremento della volumetria, della sagoma e quindi della superficie di ingombro del fabbricato, la stessa è qualificabile come nuova costruzione e, pertanto, è soggetta alla disciplina delle distanze dettata dall’art. 9 del D.M. n. 1444/1968.

 

Il principio di cui sopra appare generale e assoluto: ai fini di un’eventuale non applicazione della normativa generale, non sono stati considerati rilevanti, ad esempio, il tipo o la qualità dell’intervento di sopraelevazione. Anche se di dimensioni ridotte, essa costituisce pur sempre una nuova costruzione, con la conseguente applicazione delle distanze legali. Né parimenti può essere considerato come elemento che sottragga la costruzione dal rispetto delle distanze il fatto  che la parte sopraelevata non sia utilizzabile a fini abitativi (TAR Lombardia, 30 agosto 2007, n. 834).

Poiché la sopraelevazione di un fabbricato rappresenta una nuova costruzione, il regime delle distanze legali applicabile a tale nuova parte di immobile sarà quello stabilito dalla normativa vigente al momento della realizzazione dell’intervento in sopraelevazione (TAR Veneto, Venezia, Sez. II, 11 novembre 2011, n. 1683)

Esempio di un intervento di sopraelevazione

Esempio di un intervento di sopraelevazione

Quanto finora visto si applica in toto anche al recupero dei sottotetti, qualora esso comporti un incremento dell’altezza del fabbricato (TAR Lombardia, Milano, 10 dicembre 2010, n. 7505) Figg. 2, 3, 4).

Pianta e sezione di un sottotetto soggetto a recupero abitativo ai sensi della L.R. 21/2008, con evidenza delle altezze minima e media

Pianta e sezione di un sottotetto soggetto a recupero abitativo ai sensi della L.R. 21/2008, con evidenza delle altezze minima e media

Render raffigurante il volume occupato da un sottotetto

Render raffigurante il volume occupato da un sottotetto

ipologia di abbaini realizzati in corrispondenza delle aperture dei piani sottostanti

ipologia di abbaini realizzati in corrispondenza delle aperture dei piani sottostanti

Le immagini sono contenute nel volume “Distanze da confini e costruzioni“, di C.Chierchia, R.Distinto, Wolters Kluwer Italia, 2013

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Sopraelevazioni e sottotetti: le norme applicabili per il computo delle distanze Geometra.info